Call Us +39 011 55.84.111

Nuova pronuncia in tema di responsabilità dei Sindaci di una S.p.a. per bancarotta fraudolenta

La Corte di Cassazione, con sentenza n. 52433 depositata il 16.11.17, ha chiarito che rispondono di bancarotta fraudolenta i sindaci che non vigilano adeguatamente sulle operazioni dolose commesse dagli amministratori. Nel fallimento conseguente ad operazioni dolose, il fallimento è solo l'effetto - dal punto di vista della causalità materiale - di una condotta volontaria, ma non intenzionalmente diretta a produrre il dissesto fallimentare. Considerato che rientrano tra le operazioni dolose sia le condotte di abuso di gestione e di infedeltà ai doveri dell’amministratore, sia gli atti di per sé pericolosi per la società, ne consegue la legittimità della pronuncia di condanna nei confronti di quei Sindaci che, a causa di un deficit di vigilanza, abbiano di fatto tollerato i falsi in bilancio commessi dagli amministratori.

Leggi tutto...

Bancarotta ed omesso versamento di contributi previdenziali

La Suprema Corte in una recente sentenza in cui ha condannato l’imputato per alcuni fatti di bancarotta, ha ritenuto però insussistente la bancarotta per dissipazione nell’ipotesi di omesso versamento di contributi previdenziali da parte del fallito. La condotta in concreto contestata nel mancato versamento di contributi previdenziali non rientra tra le operazioni incoerenti con le esigenze dell’impresa, ma appare collegata ad una mancanza di liquidità che ha poi portato al fallimento della società.

Leggi tutto...

Bancarotta semplice e responsabilità dei sindaci

Interessante sentenza emessa dal Tribunale Collegiale di Pordenone con riferimento al reato di bancarotta semplice ex art. 217 L.F. e responsabilità dei sindaci: a quest’ultimi era stato contestato il fatto di non aver sollecitato le procedure di fallimento/amministrazione straordinaria, né di aver presentato denuncia alla autorità giudiziaria ex art. 2409 c.c. pur a fronte di un evidente stato di dissesto della società. Ebbene, il collegio ha assolto i sindaci alla luce della assenza del nesso causale tra omissione ed evento in quanto non vi è prova che la invocata segnalazione alle autorità competenti da parte del collegio sindacale avrebbe comportato un minor aggravio del dissesto.

Leggi tutto...

La sentenza dichiarativa di fallimento è condizione obiettiva di punibilità

La Corte di Cassazione, con la recente sentenza c.d. “Santoro” n. 13910 del 2017, di cui sono state depositate le motivazioni il 22 marzo 2017, ha affermato che la sentenza dichiarativa di fallimento, nei reati di bancarotta prefallimentare, è da considerarsi come condizione obiettiva di punibilità ex art. 44 c.p. e non come elemento costitutivo del reato in quanto si tratta di un evento estraneo alla sfera volitiva dell’agente e che non aggrava l’offesa cagionata ai creditori. Viene quindi ristretta l’area del penalmente rilevante ai soli casi in cui alle condotte che offendono gli interessi dei creditori, segua la dichiarazione di fallimento. Ne derivano conseguenze rilevanti, in particolare per quanto riguarda il termine di prescrizione che decorre quindi dalla data della sentenza dichiarativa di fallimento e per quanto riguarda la competenza territoriale, che appartiene al giudice del luogo nel quale si è verificata la condizione.

Leggi tutto...

Bancarotta e amministratore di fatto

Il Tribunale di Varese, II sezione penale, con sentenza depositata il 18 gennaio 2017, ha assolto un imputato di bancarotta fraudolenta, accusato di aver prelevato indebitamente denaro dai conti correnti della società e di altre distrazioni commesse nella qualità di amministratore di fatto, in quanto è stato provato che lo stesso non svolgesse alcun incarico amministrativo o di gestione della società. L'imputato non partecipava alle riunioni strategiche convocate, né aveva deleghe bancarie. Inoltre i compensi ottenuti – anch’essi contestati quali distrazioni - erano giustificati dall'attività commerciale svolta in virtù di un regolare contratto a progetto e non erano abnormi.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy