Call Us +39 011 55.84.111

L’opera cartografica come opera dell’ingegno – risarcimento del danno

autore:

Francesca Florio

Le cartine geografiche configurano opere dell’ingegno, tutelate dal diritto d’autore, in quanto rappresentano un’originale e personale rielaborazione degli elementi geografici presenti nel territorio, con la conseguenza che qualsiasi utilizzazione non preventivamente autorizzata delle stesse comporta la violazione dell’esclusiva dell’autore delle cartine geografiche medesime.
Tribunale di Torino 1 febbraio 2012.pdf

Commento
La sentenza in esame ha accolto un principio pacifico in giurisprudenza ed in dottrina, affermando che le cartine geografiche sono considerate a tutti gli effetti opere dell’ingegno, tutelate in quanto tali dalla normativa in materia di diritto d’autore ed in particolare dall’art. 2, n. 4 della L. 633/1941 e dalla Convenzione di Unione di Berna per la protezione delle opere letterarie ed artistiche, all’art. 2.1. Molte sono, ad oggi, le decisioni dei Giudici italiani che hanno affermato questo principio: tra le tante, ricordiamo la sentenza del Tribunale di Milano, 30 giugno 2004, che, come il Giudice Torinese, ha stabilito che le cartine geografiche costituiscono un’originale rielaborazione degli elementi geografici presenti nel territorio, caratterizzate da un grado di creatività adeguato e, comunque, sufficiente ad ottenere tutela anche in caso di riproduzione parziale delle stesse; nonché l’ordinanza del Tribunale di Monza, 15 maggio 2000, che ha riconosciuto il carattere creativo delle opere in questione, definendo queste ultime come frutto della fantasia creativa dell’uomo, espressione della sua personalità, nella misura in cui rappresentano e modificano, alla luce di un’originale ed unica “lente” sensopercettiva, la realtà naturale, senza, quindi, presentarsi totalmente astratte dal dato materiale, ma rielaborandolo in modo soggettivo. A tal proposito, rileviamo che denominatore comune di tutte le decisioni sull’argomento in oggetto è la condanna dell’utilizzatore al risarcimento del danno. Ciò in ragione del fatto che l’utilizzo da parte di terzi delle predette opere cartografiche senza il preventivo consenso dell’autore costituisce un illecito, suscettibile di far nascere in capo all’autore stesso il diritto ad ottenere il risarcimento del danno subito. Al riguardo, di particolare interesse sono i criteri che il Giudice di Torino ha utilizzato al fine di quantificare il danno subito dall’attore: il Tribunale ha, invero, tenuto conto nel numero di cartine utilizzate e divulgate, del formato digitale di altissima definizione delle stesse, del relativo periodo di pubblicazione, dei costi di produzione delle opere medesime e della circostanza per cui l’attore non aveva in passato mai concesso l’utilizzo di queste ultime su internet (modalità con cui le opere in questione erano state divulgate dal convenuto), nonché degli abituali costi che l’attore medesimo era solito applicare per il rilascio della propria autorizzazione alla riproduzione delle cartine in questione. Ciò detto, merita, altresì, attenzione un inciso della sentenza in esame relativo alla impossibilità di accogliere la tesi proposta dal convenuto circa una sua supposta buona fede riguardo alla liceità dell’utilizzo su internet delle cartine geografiche ed alla esistenza di un vantaggio pubblicitario a favore dell’attore derivante dal predetto utilizzo. Il Tribunale ha, infatti, negato la possibilità di accertare le predette circostanze in quanto la pubblicazione delle opere in oggetto determina comunque la violazione del diritto di esclusiva dell’autore, violazione che non può essere esclusa neppure in caso di consultazione gratuita della cartine oggetto di causa, rientrando nella suddetta esclusiva qualsiasi forma di utilizzazione economica delle stesse senza la preventiva autorizzazione del relativo autore. Sul punto, il Giudice Torinese ha precisato, inoltre, che la possibilità di scaricare le opere in oggetto tramite internet non solo non determina una promozione delle stesse, ma comporta addirittura uno sviamento di clientela, dal momento che all’utente viene concesso di ottenere una copia delle predette cartine senza l’autorizzazione e/o l’intervento dell’autore.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy