Call Us +39 011 55.84.111

Dario Cerbone

Dario Cerbone

Opera nei settori del diritto civile, bancario, ambientale e della tutela del diritto d’autore, sia in ambito giudiziale che stragiudiziale.

Profilo: http://www.replegal.it/it/professionisti/tutti-i-collaboratori/180-dario-cerbone.html

Garante Privacy – Rinnovate le autorizzazioni generali per il trattamento dei dati sensibili e giudiziari

Il Garante Privacy ha rinnovato le autorizzazioni al trattamento dei dati sensibili e giudiziari, attualmente in corso di pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale, che saranno efficaci dal 1° gennaio 2017 fino al 24 maggio 2018, data di applicazione del Regolamento UE 2016/679 in materia di protezione dei dati. I provvedimenti riguardano i rapporti di lavoro, i dati sulla salute e la vita sessuale, le associazioni e le fondazioni, i dati genetici, la ricerca scientifica, i liberi professionisti, le attività creditizie, assicurative, il settore turistico, l'elaborazione dei dati effettuata per conto terzi, gli investigatori privati e il trattamento dei dati di carattere giudiziario.

Link alla fonte

Videosorveglianza intelligente

Con provvedimento n. 475 del 10 novembre 2016 il Garante Privacy si è espresso positivamente sulla richiesta di verifica preliminare presentata dalla Città Metropolitana di Roma Capitale relativa al trattamento di dati personali mediante un sistema di videosorveglianza c.d. “intelligente” da attivare presso gli accessi e le uscite di emergenza dell'edificio che ospita la sede dell’amministrazione, per finalità di sicurezza degli accessi e di tutela del patrimonio. In particolare, l’impianto di videosorveglianza in questione è caratterizzato dall’attivazione della ripresa, registrazione delle immagini e trasmissione di un segnale di allarme al personale di vigilanza presente nella control room, nel caso in cui si verifichi un tentativo di accesso non autorizzato all'interno dell'edificio, rilevato da sensori in caso di "scavalco" dei tornelli e di effrazione delle uscite di emergenza.

Il Garante, nel portare all’attenzione dell’istante la necessità di osservare le prescrizioni contenute nel provvedimento generale del 2010 per il trattamento di dati personali effettuato mediante sistemi di videosorveglianza,  ha evidenziato come tale impianto di videosorveglianza, attesi gli accorgimenti adottati dalla Città Metropolitana di Roma Capitale, non comporti, in concreto, un pregiudizio dei diritti e delle libertà fondamentali per i possibili interessati, viceversa favorendo il perseguimento di legittime finalità di sicurezza dell'edificio, delle persone e dei beni.

Leggi qui il testo integrale del provvedimento

Link alla fonte

Preoccupazioni del Parlamento Europeo sul Privacy Shield

Nella risoluzione non legislativa approvata dal Parlamento Europeo lo scorso 26 maggio 2016, sono state espresse alcune preoccupazioni in ordine alle carenze del nuovo accordo UE-USA “Privacy Shield” per il trasferimento dei dati dei cittadini dell’UE negli Stati Uniti. In particolare: (i) l’accesso da parte delle autorità pubbliche ai dati trasferiti; (ii) la possibilità di raccogliere grandi quantità di dati in modo non conforme ai criteri di necessità e proporzionalità sanciti dalla Carta dei diritti fondamentali dell’UE; (iii) l’insufficienza di poteri e d’indipendenza della nuova figura del Mediatore nel Dipartimento di Stato americano; (iv) la complessità del meccanismo di ricorso previsto dal testo attualmente in discussione.

Link alla fonte

Pacchetti turistici e servizi online collegati: più tutele per i viaggiatori.

È stata pubblicata in Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea dell’11 dicembre 2015 la direttiva n. 2015/2302/UE, relativa ai pacchetti turistici e ai servizi turistici collegati. Tra le principali novità: (i) previsione di medesime tutele a prescindere dal fatto che l’acquisto del pacchetto sia effettuato online oppure per il tramite di agenzie di viaggio; (ii) individuazione di due tipologie di contratto di pacchetto turistico: le offerte a pacchetto, in cui i servizi sono combinati da un unico professionista, anche su richiesta del viaggiatore, e il sistema di prenotazione di viaggi online, denominato “servizi turistici collegati”, che permette ai consumatori di essere guidati alla prenotazione di servizi supplementari, ad esempio mediante un link disponibile dopo la prenotazione di un volo; (iii) maggiori obblighi informativi a carico dell’organizzatore e del venditore del pacchetto turistico; (iv) possibilità di risolvere il contratto a pacchetto e ottenere il rimborso del denaro versato in caso di aumento del prezzo oltre l’8% ovvero per l’ipotesi in cui eventi imprevedibili (es. cataclismi naturali, attacchi terroristici)  dovessero interessare il luogo di destinazione. Gli Stati membri dell’Unione hanno tempo sino al 1° gennaio 2018 per conformarsi alle nuove disposizioni dettate dalla direttiva

Leggi qui il testo integrale del provvedimento

Mercato Unico Digitale Europeo – normativa unica per i contratti del settore digitale e maggiori tutele per i consumatori che fanno acquisti online

In data 9 dicembre 2015 la Commissione Europea ha presentato due proposte: una sulla fornitura dei contenuti digitali (es. musica in streaming) e una sulla vendita di beni online; volte a semplificare e promuovere l’accesso, per i consumatori e le imprese, ai beni e ai servizi online in tutta l’UE. Tali proposte perseguono l’obiettivo, da un lato, di garantire ai consumatori un più elevato livello di tutela quando operano un acquisto via internet in tutta l’UE, e, dall’altro lato, di aiutare le imprese ad espandere le proprie vendite online fornendo loro un corpus normativo unico che consenta di superare le divergenze esistenti tra le diverse normative nazionali nell’ambito del diritto contrattuale dei consumatori – divergenze che, allo stato, generano alti costi per le imprese (soprattutto per le PMI).

Leggi qui il testo integrale del provvedimento

Circolare 23 ottobre 2015 - Adempimenti di cancelleria relativi al Processo Civile Telematico

Con Circolare del 23 ottobre 2015, il Ministero della Giustizia ha aggiornato e sostituito le precedenti circolari del 27 giugno e 28 ottobre 2014 andando a costituire un testo consolidato in tema di Processo Civile Telematico e attività di cancelleria. La Circolare introduce le seguenti novità: 1) la copia informale dell'atto introduttivo depositato in modalità telematica a disposizione del presidente del tribunale per la designazione del giudice; 2) le conseguenze, ai fini del versamento del contributo unificato, del passaggio della causa dal registro nel quale è stata iscritta a quello successivamente individuato come pertinente; 3) la domanda di ingiunzione di pagamento europea; 4) l'inserimento nei registri di cancelleria, dell'intero collegio giudicante e di tutti i difensori delle parti; 5) la trasmissione alla Corte d'appello del fascicolo del processo di primo grado, completo degli eventuali atti e verbali redatti su supporto cartaceo e della stampa su carta del registro “storico” del processo.

Link alla fonte

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy