Call Us +39 011 55.84.111

Diritti d’autore: Consultazione Ue su diritti connessi per gli editori e libertà panorama

Ruolo degli editori nella catena di valore del diritto d’autore ed eccezione sulla libertà di panorama: sono questi i temi della nuova consultazione pubblica lanciata dalla Commissione UE al fine di valutare la necessità di ammodernare le norme sul diritto d'autore nel quadro della strategia per il mercato unico digitale.

Da un lato, la possibilità di riconoscere anche agli editori i cosiddetti diritti connessi, ovvero i diritti che tutelano gli altri soggetti collegati all’autore dell’opera, oggi riconosciuti a interpreti, esecutori, produttori fonografici, produttori di opere cinematografiche o audiovisive ed emittenti. Dall’altro lato la libertà di panorama, ovvero la possibilità di utilizzare liberamente immagini di edifici, sculture e monumenti situati in modo permanente in luoghi pubblici.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Transparency Directive – Ultimi giorni per la consultazione pubblica

Scade tra pochi giorni, il 27 ottobre 2015, la consultazione pubblica, volta ad una riforma dell’attuale quadro normativo per l’attuazione della Direttiva 2013/50/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 22 ottobre 2013, recante modifica della Direttiva 2004/109/CE, sull’armonizzazione degli obblighi di trasparenza riguardanti le informazioni sugli emittenti i cui valori mobiliari sono ammessi alla negoziazione in un mercato regolamentato, la Direttiva 2003/71/CE, relativa al prospetto da pubblicare per l’offerta pubblica o l’ammissione alla negoziazione di strumenti finanziari, e la Direttiva 2007/14/CE della Commissione, che stabilisce le modalità di applicazione di talune disposizioni della Direttiva 2004/109/CE.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Geo-blocking nella UE e Mercato Unico Digitale: partono le consultazioni pubbliche

La Commissione europea nell’ambito della strategia per la creazione di un mercato unico digitale per l’Europa ha lanciato due consultazioni pubbliche. La prima per raccogliere opinioni sulle pratiche di geoblocking che impongono restrizioni su base geografica, impedendo l’acquisto e la vendita di prodotti e servizi nell’area UE. La seconda sulla responsabilità degli intermediari e sul ruolo sociale ed economico delle piattaforme online con l’obiettivo di migliorare la libera circolazione dei dati e costruire una cloud europea.

Link alla consultazione

Leggi tutto...

Consultazione pubblica sui pagamenti via smarthphone e tablet

Il Garante per la protezione dei dati personali ha avviato una consultazione pubblica sullo "Schema di provvedimento generale in materia di trattamento di dati personali nell'ambito dei servizi di mobile remote payment", pubblicato in data 12 dicembre 2013.

Il provvedimento ha l’obiettivo di garantire un trattamento sicuro delle informazioni di utenti della rete che ricorrono ai servizi cosiddetti mobile payment che consentono di gestire gli acquisti ed i relativi pagamenti di beni sia digitali che fisici tramite smartphone e tablet; ciò in considerazione della quantità e qualità di dati personali che vengono raccolti ed utilizzati per fornire i suddetti servizi di pagamento: numero di telefono, dati anagrafici, prodotti o servizi acquistati, addebiti, indirizzi ip che “stante la varietà e molteplicità dei dati suscettibili di trattamento nel quadro delle operazioni sopra descritte possono, quindi, facilmente emergere profili di rischio per i diritti e le libertà fondamentali, nonché per la dignità dei soggetti interessati.”

L’Autorità ha previsto una serie di adempimenti che dovranno essere adottati dai tre principali soggetti che l’Autorità ha individuato essere i destinatari delle nuove prescrizioni: (i) gli operatori di comunicazione elettronica che forniscono ai propri clienti un servizio di pagamento elettronica tramite cellulare o abbonamento telefonico; (ii) i soggetti che mettono a disposizione degl operatori di telecomunicazioni e internet la piattaforma tecnologica per l’offerta di prodotti o servizi digitali; (iii) i soggetti che offrono contenuti digitali e offrono servizi a pagamento.

Gli adempimenti prescritti dall’Autorità sono quelli già previsti dal Codice (informativa, consenso, misure di sicurezza, conservazione dei dati), ma adattati ai servizi di pagamento. Vengono, infatti, dettate delle precise indicazioni sui contenuti e sulle modalità di fornitura dell’informativa e di acquisizione del consenso, sulle informazioni che possono formare oggetto di scambio tra i diversi soggetti coinvolti nelle operazioni di mobile payment (ad esempio, l’informazione sull’esito negativo di una transazione non potrà contenere alcuna specifica indicazione delle motivazioni del diniego) e sulle maggiori cautele in termini di misure di sicurezza, soprattutto nel caso di acquisito di servizi destinati ad un pubblico adulto (è stata prevista la strong authentication degli addetti all’attività di customer care).

Al fine di comprendere con esattezza i soggetti tenuti ai vari adempimenti e la specificità degli stessi, il testo del provvedimento è stato suddiviso in tre parti, ciascuna riferita al singolo soggetto cui riferisce e contenente una descrizione dell’attività da esso svolta e degli adempimenti da effettuare.

http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2830747

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy