Call Us +39 011 55.84.111

Fini promozionali e informativi del titolare del trattamento

Il Garante per la protezione dei dati personali ha emesso un’ordinanza ingiunzione nei confronti di una nota azienda di telecomunicazioni, a seguito di una segnalazione di un utente che lamentava di avere ricevuto comunicazioni promozionali dopo avere revocato il proprio consenso, ritenendo irrilevante l’eccezione sollevata dalla società titolare che il contatto con l’utenza era avvenuto nell’ambito di una campagna di sensibilizzazione e non promozionale. 

http://www.garanteprivacy.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2726332

Commento
Il caso sottoposto all’esame dell’Autorità riguardava un soggetto che nel 2005 aveva revocato il consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali e che contestava la ricezione di una chiamata telefonica indesiderata di natura promozionale nel 2011.

Il titolare si difendeva argomentando, in primo luogo, di avere contattato esclusivamente clienti attivi e non potenziali e che la chiamata contestata non era stata effettuata “al fine dell’esercizio di un’attività promozionale diretta, ma per un’attività informativa correlata alla campagna di sensibilizzazione al registro delle opposizioni di nuova istituzione … e con l’occasione richiedere un eventuale nuova determinazione dell’abbonato relativamente al consenso per la ricezione di comunicazioni promozionali ….”. La società, tuttavia, evidenziava “di aver ritenuto lecito contattare quale parte della propria base clienti che non aveva prestato il consenso o che aveva espresso esplicito diniego alla ricezione di comunicazioni promozionali …”.

Il Garante non riteneva idonee le argomentazioni dell’operatore telefonico sotto tre distinti profili, due principali e un ultimo in via subordinata:
(i) la non creduta finalità di sensibilizzazione su uno specifico tema nei confronti di utenti che avevano esercitato il diritto di opposizione per finalità promozionali;
(ii) l’insussistenza di una delle ipotesi di esonero dall’acquisizione del consenso previste dall’art. 24 del Codice;
(iii) l’adozione, per la campagna di sensibilizzazione, di modalità diverse da quelle previste nell’articolo 11 del D.P.R. 7 settembre 2010, n. 178 del regolamento istitutivo del registro delle opposizioni il quale prevede che per la campagna informativa agli abbonati che “Per le medesime finalità, tutti gli operatori autorizzati alla fornitura di servizi telefonici accessibili al pubblico mettono a disposizione dei propri abbonati analoghi strumenti di sensibilizzazione sui loro diritti di opposizione, anche mediante inserimento di specifiche informative nei documenti di fatturazione.”.

A nostro parere, il Garante non ha approfittato della fattispecie sottoposta al proprio esame, per fornire alcuni chiarimenti su un tema spesso oggetto di valutazioni da parte delle aziende che intendono diffondere comunicazioni al limite tra la comunicazione promozionale e quella informativa. Ed infatti, il Garante esclude la ricorrenza di un’attività informativa di sensibilizzazione sulla base di una considerazione generica ossia sulla non creduta finalità di sensibilizzazione nel momento in cui la campagna è rivolta a soggetti che avevano negato il consenso alla ricezione di comunicazioni promozionali; considerazione sulla base della quale, l’Autorità ritiene che il caso sottoposto alla propria attenzione non rientri nell’articolo 24 del Codice Privacy. Riteniamo, invece, che la fattispecie avrebbe potuto costituire un’occasione per affrontare il dibattuto tema del contenuto della comunicazione al limite tra promozione e informazione.
Il provvedimento in ogni caso suscita alcune perplessità in quanto sembra considerare marginale quello che, invece, a nostro parere, rappresenta un elemento determinante ai fini della decisione e del tutto assorbente rispetto a quelli considerati principali dall’Autorità. Il Titolare, infatti, a prescindere dalle finalità perseguite, promozionali o informative, di fatto ha violato la disposizione normativa che disciplina le modalità di contatto della clientela in relazione al Registro delle Opposizioni.

Allegra Bonomo

Esperta nel settore dell’Information and Communication Technology.

Sito web: www.replegal.it/it/cerca-i-professionisti/161-allegra-bonomo.html

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy