Call Us +39 011 55.84.111

Depositate le motivazioni della sentenza delle Sezioni Unite penali in tema di utilizzo di captatori informatici nell’attività investigativa

Sono state depositate il 1 Luglio le motivazioni della sentenza delle Sezioni Unite in tema di intercettazioni di conversazioni o comunicazioni tra presenti, eseguite per mezzo dell’installazione di c.d. “captatori informatici”, software inoculati in dispositivi elettronici portatili e capaci di agevolare attività investigative quali le perquisizioni informatiche a distanza, l’intercettazione di comunicazioni telematiche e l’intercettazione ambientale di conversazioni tra presenti. La sentenza in oggetto, attesa da giuristi e tecnici, interviene in un ambito delicato, poiché correlato a strumenti capaci di una formidabile invadenza nella sfera della privacy, proprio mentre è in discussione a Roma l’elaborazione di una proposta di legge che si prefigge di regolamentare la materia.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Le Sezioni Unite avallano l’utilizzo dei “captatori informatici”

Le Sezioni unite della Corte di Cassazione all’udienza del 28 aprile 2016 si sono pronunciate in merito alla questione della possibilità di utilizzare agenti informatici per la effettuazione di intercettazioni tra presenti senza previa individuazione, nel decreto di autorizzazione, dei luoghi ove si svolgeranno le conversazioni. Bisognerà attendere il deposito della motivazioni, ma la memoria della Procura Generale sembra concedere tale facoltà all’autorità giudiziaria per reati di particolare gravità.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Cassazione: le Sezioni Unite decideranno sull’utilizzabilità dei c.d. “trojan di Stato” per le intercettazioni ambientali sui computer degli indagati

La VI Sezione penale della Corte di Cassazione ha rimesso alla decisione delle Sezioni Unite la questione sollevata con riguardo all’utilizzabilità, nel corso delle indagini penali, dei c.d. captatori informatatici, software molto simili a virus o trojan che verrebbero inoculati sui computer degli indagati per permettere intercettazioni ambientali a 360 gradi. Fino ad ora, dopo la nota sentenza 27100/2015 emessa il 26 maggio scorso, il parere dei Giudici di legittimità era stato negativo, sulla base del presupposto che fossero superati i limiti fissati dal decreto autorizzativo del GIP. Molti processi sono stati così congelati, in attesa di una decisione meno restrittiva che cambi l’orientamento fino ad ora dominante.

Link alla fonte

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS
magri
Socio
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
vaciago
Of Counsel
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
catalano
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
giovine
Collaboratore
TorinoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
guastoni
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
pigozzi
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
racano2
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
valentini-valeria
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy