Call Us +39 011 55.84.111

  • R&P Legal

    Spirito di squadra, conoscenza del business dei clienti, visione strategica, disponibilità, passione, fondamento etico, costo compatibile.

  • Puntiamo sulla competenza

    R&P Legal è uno studio italiano full service, indipendente e con primarie connessioni internazionali, fondato nel 1949.

  • Trattiamo con il mondo... da vicino

    Contiamo su un’articolata rete di primari studi legali di comprovata esperienza nelle principali giurisdizioni estere.

R&P Legal è uno studio legale indipendente, fondato nel 1949, con sette sedi in Italia e con primarie connessioni internazionali, dove lavorano più di centocinquanta professionisti qualificati che forniscono assistenza full service.

Ultime notizie

Prev Next

Anthilia sottoscrive tranche bond Brazzale da 4 milioni

La Redazione - avatar La Redazione - 15-07-2020 - Banking & Finance

Anthilia BIT III e Anthilia BIT IV Co-Investment Fund hanno sottoscritto la seconda tranche, pari ad un valore complessivo di 4 milioni di euro, del prestito obbligazionario emesso dal gruppo Brazzale, realtà attiva nel settore della produzione di burro e formaggi. L’emissione della seconda tranche, si legge in un comunicato, fa seguito alla prima tranche, ...

Leggi tutto

R&P Legal con Vimar 1991 nella cessione dell’attività al Gruppo Chanel

La Redazione - avatar La Redazione - 14-07-2020 - News

R&P Legal e Stelé & Partners hanno rappresentato, rispettivamente, Vimar 1991 e Chanel nella transazione. Vimar 1991, società con sede in Carisio, nel vercellese, ha confermato l’acquisizione dell’attività di creazione, sviluppo e produzione di filati da parte di Chanel.   Lo studio R&P Legal ha assistito Vimar 1991 con la partner Anna Frument...

Leggi tutto

Nasce Ri-Generiamo Società Benefit

La Redazione - avatar La Redazione - 08-07-2020 - Charities & Social Enterprises

È stata presentata ieri “Ri-Generiamo”, una nuova società benefit nata dalla collaborazione tra l’Associazione Bricolage del Cuore, la Cooperativa Sociale Agricoltura Capodarco, la Cooperativa Sociale Liberitutti, l’Impresa Sociale Con Voi Lavoro, con il supporto di Leroy Merlin. All’evento di presentazione hanno partecipato, fra gli altri, il Prof. Enrico G...

Leggi tutto

Recepita la Direttiva PIF: nuovamente ampliato il catalogo dei reati presupposto…

Letizia Catalano - avatar Letizia Catalano - 08-07-2020 - Criminal Law

Il 6 luglio scorso il Consiglio dei Ministri ha approvato in via definitiva il decreto legislativo di attuazione della Direttiva UE (2017/1371) relativa alla lotta contro la frode che lede gli interessi finanziari dell’Unione. Tra le novità si prevede: (i) la punibilità anche dei delitti tentati (e non solo consumati) per i reati fiscali che presentano l’el...

Leggi tutto

ONU: le donne come leader e decision maker per il post Covid-19

Natalia Bagnato - avatar Natalia Bagnato - 08-07-2020 - Charities & Social Enterprises

di Natalia Bagnato e Federico Longo Il 9 aprile scorso l’ONU ha presentato un interessante report lanciando un allarme globale in tema di equità di genere. La pandemia in atto sta mettendo in pericolo anni di progressi sociali ed è pertanto necessario, come espressamente dichiarato dal segretario generale António Guterres, che tutti i Governi mettano le don...

Leggi tutto

Le ispezioni del Garante Privacy nel 2019

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 07-07-2020 - Privacy & Data Protection

di Chiara Agostini e Giacomo Pataracchia Quante sono state le ispezioni del Garante Privacy nel 2019? È previsto un programma delle ispezioni?  Le ispezioni del Garante Privacy nel 2019 sono state 147 sulla base di programmi elaborati secondo linee di indirizzo stabilite internamente dal Garante Privacy.  Le linee generali della programmazione dell’attivi...

Leggi tutto

R&P Legal con Asla in un webinar antiriciclaggio

La Redazione - avatar La Redazione - 07-07-2020 - Criminal Law

L’avv. Benedetta Guastoni, associate del dipartimento penale dello studio, parteciperà come relatore al webinar organizzato da Asla in tema di adempimenti antiriciclaggio per gli studi legali.

Leggi tutto

Uso del marchio altrui su siti internet di terzi: per l’illecito serve un compor…

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 07-07-2020 - Intellectual Property

“Una persona che opera nel commercio e che ha fatto pubblicare su un sito Internet un annuncio recante pregiudizio al marchio altrui, non usa un segno identico a tale marchio, qualora i gestori di altri siti Internet riprendano tale annuncio inserendolo on-line, di propria iniziativa e a nome proprio, su tali altri siti”. Con questa motivazione, la Corte di...

Leggi tutto

R&P Legal con il gruppo Polygon per l’acquisizione di Recotech s.r.l.

La Redazione - avatar La Redazione - 03-07-2020 - Corporate M&A

Il gruppo svedese Polygon, leader europeo nel ramo “property damage control”, già presente in 16 stati, entra nel mercato italiano attraverso l’acquisizione di Recotech s.r.l., primario operatore italiano del settore con sede a Firenze. Il gruppo Polygon e il socio di riferimento di Recotech, Sergio Signorini, hanno sottoscritto un accordo vincolante in data...

Leggi tutto

R&P Legal con “DA VERONA ACCENDIAMO LA MUSICA"

La Redazione - avatar La Redazione - 02-07-2020 - TMT - Media Entertainment

La musica riparte da Verona con un progetto straordinario per un momento straordinario, dal titolo “Da Verona accendiamo la musica”. Un progetto artistico e sociale per la musica italiana, lanciato da Music Innovation Hub Spa – Impresa Sociale (MIH), organizzato e prodotto dalle più importanti agenzie italiane di musica dal vivo - Friends&Partners, Live...

Leggi tutto

“Decreto Rilancio” - Novità anche per le società benefit

Roberto Randazzo - avatar Roberto Randazzo - 02-07-2020 - Charities & Social Enterprises

Novità anche per le società benefit, nell’ambito degli emendamenti approvati dalla commissione Bilancio della Camera al cd. “Decreto Rilancio” (D.lgs. 34/2020). In particolare, l’articolo 38 bis prevede il riconoscimento di un contributo - sotto forma di credito d'imposta - nella misura del 50% dei costi di costituzione o trasformazione in società benefit, ...

Leggi tutto

La presenza di una fotografia in rete senza indicazione dell’autore non può far …

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 02-07-2020 - Intellectual Property

“L'oggetto della fotografia e le modalità in cui è stata realizzata, da un elicottero della Guardia di Finanza impegnato in una operazione di salvataggio, depongono per la sua inclusione nella categoria del reportage fotografico; né si evincono dalla stessa elementi di segno diverso, rivelatori della sua natura artistica, quali, indicativamente, la predispos...

Leggi tutto

Data breach e relazione annuale del Garante Privacy: cosa sappiamo?

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 01-07-2020 - Privacy & Data Protection

di Chiara Agostini e Giacomo Pataracchia Quanti data breach sono stati segnalati al Garante Privacy nel 2019 e da parte di chi? Nel 2019 sono pervenute al Garante Privacy 1.443 notifiche di data breach che hanno riguardato: soggetti pubblici (nel 27% dei casi); e soggetti privati (nel restante 73%). Quali sono state le tipologie di data breach più...

Leggi tutto

Crediti Italia e all’Export e soluzioni di Cashflow Management

Alessandro Paci - avatar Alessandro Paci - 01-07-2020 - Contratti d'Impresa

Venerdì 3 luglio alle 11, l’avvocato Alessandro Paci sarà relatore nel webinar "Crediti Italia e all’Export e soluzioni di Cashflow Management " Si tratta di un incontro dedicato al tema della gestione dei rischi finanziario, di credito e liquidità per le imprese italiane...

Leggi tutto

Prodotto difettoso: se il venditore non lo ripara/sostituisce in tempi congrui, …

Margherita Vialardi - avatar Margherita Vialardi - 29-06-2020 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

Con la sentenza n. 10453/2020 la Corte di Cassazione afferma la possibilità per il consumatore di accedere al rimedio della risoluzione di contratto, anche in caso di difetto di lieve entità se il venditore, pur potendo, non ha provveduto entro un tempo congruo a sostituire o a riparare il prodotto ovvero se tali interventi non si siano dimostrati risolutivi...

Leggi tutto

Letti e vacanze separate: è davvero esclusa la riconciliazione tra coniugi?

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 26-06-2020 - Famiglia e Successioni

Due coniugi si separano nel 2003, ma il Tribunale di primo grado non pronuncia il divorzio accogliendo la tesi dell’avvenuta riconciliazione tra i coniugi. La Corte d'appello di Milano si pronuncia in maniera analoga al Tribunale e il caso arriva al vaglio della Cassazione. Il Tribunale aveva rilevato che, affinché vi sia riconciliazione tra i coniugi a se...

Leggi tutto

Abbandono del tetto coniugale: nessun addebito se la convivenza era già intoller…

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 24-06-2020 - Famiglia e Successioni

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 12241/2020, si è nuovamente pronunciata in merito all’addebito della separazione, in particolare nel caso di abbandono della casa coniugale da parte di un coniuge. Se l’abbandono della casa familiare avviene in un momento in cui la prosecuzione della convivenza è già divenuta intollerabile a causa del comportamento...

Leggi tutto

Alessi diventa “Società benefit”

La Redazione - avatar La Redazione - 24-06-2020 - Charities & Social Enterprises

R&P Legal ha supportato la Alessi Spa nel percorso che ha portato all’acquisizione della qualifica di “società benefit”, ai sensi della legge 208/2015. Alessi S.p.a., che di recente ha anche ottenuto anche la certificazione B Corp, ha inteso prevedere nel proprio statuto l’impegno a perseguire specifiche finalità di “beneficio comune”, consapevole di sv...

Leggi tutto

Ebook - La responsabilità per i danni da prodotto difettoso

La Redazione - avatar La Redazione - 23-06-2020 - Assicurazioni

L’Ebook affronta il tema della responsabilità da prodotto difettoso, esaminando in dettaglio la più recente giurisprudenza - italiana ed europea - in materia con un focus sulle coperture assicurative nel settore RC Prodotti e le implicazioni di natura processuale (azione diretta nei confronti dell’assicuratore, i danni coperti e le più comuni estensioni di p...

Leggi tutto

Censimento ISTAT: come sta evolvendo la sostenibilità nelle imprese italiane?

Natalia Bagnato - avatar Natalia Bagnato - 22-06-2020 - Charities & Social Enterprises

di Natalia Bagnato e Federico Longo Il 12 giugno 2020 l’ISTAT ha pubblicato il report sulla “Sostenibilità nelle imprese: aspetti ambientali e sociali” che, pur facendo riferimento a dati relativi al 2018, fornisce un’interessante retrospettiva che aiuta a comprendere come la tendenza ad adottare buone pratiche volte al miglioramento del benessere lavorativ...

Leggi tutto

UE e consumatori: Regolamento 2019/1150 su marketplace e servizi di intermediazi…

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 19-06-2020 - Contratti d'Impresa

Nel corso del 2019, l’Unione Europea è intervenuta ripetutamente al fine di migliorare e modernizzare il quadro normativo relativo alla vendita / fornitura di prodotti / servizi ai consumatori, nonché per disciplinare alcuni rapporti B2B con impatto diretto sulla platea dei consumatori. Tra i testi di maggior rilevanza, il Regolamento UE 2019/1150 “che pro...

Leggi tutto

Clausole vessatorie e consumatori: è sufficiente la doppia sottoscrizione per la…

Daniele D'Antonio - avatar Daniele D'Antonio - 18-06-2020 - Contratti d'Impresa

Nei rapporti tra consumatori e imprese, le condizioni del contratto sono spesso predisposte dall’imprenditore in base alle proprie esigenze operative ed accettate in blocco dal consumatore. E’ quanto accade, in genere, per la clientela di banche, finanziarie o compagnie assicurative, ma anche nei settori automotive, shipping o aviation. Per questa ragione, ...

Leggi tutto

Resta punibile l’omesso versamento IVA se il “pagamento” del debito tributario a…

Valeria Valentini - avatar Valeria Valentini - 17-06-2020 - Criminal Law

Lo ha stabilito la Cassazione con la sentenza n. 17806/2020. La vicenda vedeva imputato un imprenditore che, a fronte della crisi di liquidità dell’azienda generata da mancati pagamenti, aveva omesso di versare l’IVA dovuta sulla base della dichiarazione annuale, integrando così il reato di cui all’art. 10 ter D.Lgs. 74/2000. Ricorrendo in Cassazione l’impre...

Leggi tutto

Next generation EU: la proposta per il rilancio post covid-19 il Recovery Fund e…

La Redazione - avatar La Redazione - 17-06-2020 - News

WEBINAR Venerdì 26 giugno 2020 dalle ore 10.30 alle ore 12.00.LO ILLUSTRAPROF. ELISABETTA GUALMINIMembro della Commissione Lavoro e Welfare e dellaCommissione Bilancio del Parlamento europeoINTRODUCONOAVV. RICCARDO ROSSOTTOPartner R&P legalPROF. AVV. ANNA MASUTTIPartner R&P legalINTERVENGONODOTT. FILIPPO GORIEconomista Euro Area European Union desk d...

Leggi tutto

WEBINAR "Compliance e sistema 231 in tempo di Covid-19: prassi applicative …

La Redazione - avatar La Redazione - 16-06-2020 - News

Gli avvocati Piero Magri e Alessandro Racano, partner del dipartimento penale dello studio, dopo aver scritto il capitolo dedicato al settore industriale, parteciperanno al webinar di presentazione del manuale Compliance 231, edito dal gruppo 24 ore e curato dall’of counsel dello studio, Giuseppe Vaciago, insieme al prof. Luca Luparia. Link alla fonte...

Leggi tutto

Fattura elettronica e decreto ingiuntivo: verso il superamento dell’obbligo di p…

Margherita Vialardi - avatar Margherita Vialardi - 16-06-2020 - International Arbitration & Litigation

Diverse pronunce di merito sostengono che la fattura elettronica rappresenti titolo idoneo e di per sé sufficiente per l’emissione del decreto ingiuntivo, senza obbligo per il creditore di produrre in giudizio l’estratto autentico delle scritture contabili. Vediamo perché. Come noto, per ottenere un’ingiunzione di pagamento, il creditore deve dimostrare in ...

Leggi tutto

Emergenza Covid-19: novità anche per il mondo del non profit

Giuseppe Taffari - avatar Giuseppe Taffari - 15-06-2020 - Charities & Social Enterprises

di Giuseppe Taffari e Daria Pastorizia Il DECRETO “CURA ITALIA” D.L. 17 marzo 2020, n. 18, conv. con mod. in L. 24 aprile 2020, n. 27   a) Disposizioni in materia di Terzo settore (art. 35) Ai sensi dei commi 1 e 2 dell’articolo, relativamente ad Onlus, OdV, APS e imprese sociali, le modifiche volte all’adeguamento degli statuti in conformità con le di...

Leggi tutto

Dal “Non ti muovere” al “Siamo partiti prima"

La Redazione - avatar La Redazione - 15-06-2020 - News

Riccardo Rossotto, senior partner di R&P Legal e presidente della fondazione Fulvio Croce, insieme ai consiglieri dell’Ordine degli Avvocati di Torino analizza i cento giorni successivi al decreto Cura Italia: cosa è successo e quali sono le conseguenze per il sistema giudiziario del nostro Paese.

Leggi tutto

Il padre risarcisce il figlio per non essersi mai interessato a lui

Maria Grazia Passerini - avatar Maria Grazia Passerini - 12-06-2020 - Famiglia e Successioni

Con l’ordinanza n. 11097/2020, la Corte di Cassazione affronta il caso di un figlio che all’età di 43 ha convenuto in giudizio il padre chiedendogli il risarcimento dei danni patrimoniali e non patrimoniali derivati dalla violazione degli obblighi genitoriali. La Corte di Cassazione, con una narrazione e motivazione approfondita, ripercorre gli arresti giur...

Leggi tutto

R&P Legal con Lendlease per il progetto di rigenerazione urbana dell’Area MI…

La Redazione - avatar La Redazione - 12-06-2020 - News

È stata firmata la convenzione urbanistica tra i Comuni di Milano e Rho, Arexpo e Lendlease avente ad oggetto l’attuazione, lo sviluppo e la gestione del programma di rigenerazione urbana dell’area Mind (ex area Expo Milano 2015), che prevede un investimento di circa 2 miliardi in 99 anni. R&P Legal, con il partner Lorenzo Lamberti, coadiuvato dal socio...

Leggi tutto

La somiglianza tra due brani musicali implica plagio evolutivo?

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 09-06-2020 - Intellectual Property

Con “plagio evolutivo” si intende un’ipotesi complessa di illecito autorale nel quale una distinzione solo formale tra le opere comparate implica che la nuova, “per quanto non sia pedissequamente imitativa o riproduttiva dell’originaria, per il tratto sostanzialmente rielaborativo dell’intervento eseguito su quest’ultima, si traduce non già in un’opera origi...

Leggi tutto

WEBINAR “La valorizzazione e la protezione del know how – L’applicazione della t…

La Redazione - avatar La Redazione - 09-06-2020 - Intellectual Property

In questa fase di ripresa post emergenza sanitaria diventa decisivo valorizzare il patrimonio conoscitivo interno dell'impresa e quindi gli asset intangibili. Questo processo di valorizzazione passa, innanzitutto, attraverso l'emersione e la definizione del know how, l'adozione degli strumenti utili per la sua protezione e infine l'estensione del suo sfrutt...

Leggi tutto

WEBINAR "Società benefit: il valore innovativo dell’impresa”

La Redazione - avatar La Redazione - 05-06-2020 - Charities & Social Enterprises

Le società benefit rappresentano uno dei modelli imprenditoriali più innovativi nell’attuale panorama normativo poiché sono in grado di generare, tramite l’attività d’impresa e unitamente al profitto, un impatto sociale ed ambientale positivo perseguendo finalità di beneficio comune. Si tratta di una forma di impresa in linea con il più generale contesto de...

Leggi tutto

Decreto Rilancio – Patrimonio Rilancio CDP a sostegno delle imprese di grandi di…

Fabrizio Iliceto - avatar Fabrizio Iliceto - 04-06-2020 - Corporate M&A

di Fabrizio Iliceto e Alfredo Della Bella L’art. 27 del D.L n. 34 del 19 maggio 2020, c.d. “decreto rilancio” (di seguito, il “Decreto”) ha autorizzato la costituzione di un patrimonio destinato (il “Patrimonio Rilancio”) in seno a Cassa Depositi e Presiti S.p.A. (“CDP”) della durata di dodici anni (riducibili o prorogabili), al fine di rilanciare il sistem...

Leggi tutto

Decreto Rilancio: le misure fiscali per il Terzo Settore

Daria Pastorizia - avatar Daria Pastorizia - 03-06-2020 - Tax

Crediti d’imposta, obblighi di versamento sospesi e soppressi, cinque per mille più veloce: sono queste alcune delle principali misure fiscali previste dal decreto “Rilancio” (D.L. 19 maggio 2020, n. 34) in favore degli enti del Terzo settore e in vigore dal 19 maggio scorso.   Soppressione dei versamenti IRAP per il saldo 2019 e l’acconto 2020 (art. 24) ...

Leggi tutto

Prelievi bancomat abusivi: la banca rimborsa se non prova che è stato il cliente…

Margherita Vialardi - avatar Margherita Vialardi - 03-06-2020 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

Con l'ordinanza n. 9721 del 26 maggio 2020 la Corte di Cassazione accerta la responsabilità della banca nei confronti del cliente, intestatario di conto corrente con relativa carta bancomat, per i danni patrimoniali causati da svariati prelievi non autorizzati effettuati da ignoti, estranei al rapporto di conto corrente. Secondo la Cassazione qualora il rico...

Leggi tutto

L’emergenza Covid-19 non blocca l’escussione di una garanzia a prima richiesta

Alessandro Paci - avatar Alessandro Paci - 03-06-2020 - Contratti d'Impresa

Con una recente sentenza (7 maggio 2020) il Tribunale di Bologna ha respinto un ricorso cautelare presentato per bloccare l’escussione di una garanzia a prima richiesta, escussione ritenuta invece abusiva dal ricorrente in quanto il proprio inadempimento sarebbe stato conseguenza delle misure di contenimento per il Covid-19. Il giudizio trae origine dall’ac...

Leggi tutto

Il rafforzamento dell’ecosistema delle start-up innovative – le misure del Decre…

Paola Iacovino - avatar Paola Iacovino - 01-06-2020 - Corporate M&A

Con le disposizioni dell’art. 38 del Decreto-Legge 19 maggio 2020 (“Decreto Rilancio”) trova spazio una tutela più efficace e puntuale dell’ecosistema delle start-up e PMI innovative, rispetto a quella sino ad ora prevista a favore di queste realtà dal Cura Italia e dal Decreto Liquidità. Due sono le direttrici perseguite dal Governo con il Decreto Rilancio...

Leggi tutto

Roberto Randazzo interviene al webinar "Reviewing Capitalism: The Future is…

La Redazione - avatar La Redazione - 01-06-2020 - Charities & Social Enterprises

Il giorno giovedì 4 giugno dalle ore 19.30 alle ore 21.30 Roberto Randazzo, partner di R&P Legal e Adjunct Professor di Tiresia - Politecnico di Milano, parteciperà al webinar "Reviewing Capitalism: The Future is Here - Investors Look to Impact Investing To Do Good While Doing Well, a Legal Perspective” organizzato in occasione del “2020 ILS Virtual Annu...

Leggi tutto

La Corte di Giustizia definisce il perimetro dell’uso del marchio nel commercio …

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 28-05-2020 - Intellectual Property

Con sentenza del 30/04/2020 (causa C-772/18), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea è intervenuta su quattro questioni pregiudiziali con le quali il giudice del rinvio finlandese ha chiesto di chiarire se costituisca un “uso del marchio nel commercio” quello di un soggetto che – pur non esercitando un'attività commerciale a titolo professionale – riceva...

Leggi tutto
Roberto Testa

Roberto Testa

Si occupa esclusivamente di diritto del lavoro. Ha maturato una vasta esperienza nel campo del contenzioso e dell’assistenza stragiudiziale e contrattuale con particolare attenzione ai contratti di appalto, di agenzia e di organizzazione della rete vendita. La sua attività spazia in diversi ambiti della materia. Presta assistenza alle imprese in occasione di trasferimento di azienda e/o dei suoi rami, di piani di ristrutturazione, processi di riorganizzazione nell’ambito di procedure di gestione della crisi di impresa, anche in sede concorsuale, con riferimento alle problematiche connesse alle risorse umane. È patrocinante in Cassazione.

Profilo: http://www.replegal.it/it/professionisti/cerca-i-professionisti/146-roberto-testa

Il grave impatto dell’emergenza epidemiologica nel mondo del calcio: la difficile rinegoziazione degli ingaggi degli atleti professionisti

di Roberto Testa e Mario Enrico Gatti 

Le problematiche connesse all’emergenza Covid 19 non hanno risparmiato neppure il mondo dello sport, impattando in maniera rilevante sulle competizioni agonistiche, sulle prestazioni degli atleti (professionisti e non) e sui relativi aspetti economici.

Nel corso del mese di marzo, le diverse Leghe sportive (basket, ciclismo e rugby per citarne alcune) hanno progressivamente disposto la sospensione di ogni evento/manifestazione sportiva ed ovviamente dei relativi campionati nazionali.

In questo scenario – seppur a seguito di numerose polemiche e “temporeggiamenti” degli addetti ai lavori – anche la Lega Calcio ha infine deciso di sospendere il campionato nazionale.

Indennità di maternità: ne ha diritto anche l’amministratore di società (iscritta alla gestione separata INPS) che percepisce l’emolumento durante il congedo

Con Sentenza n. 7089 dello scorso 12 marzo 2020, la Sezione Lavoro della Corte di Cassazione (confermando la decisione della Corte d’Appello di Milano) ha stabilito che non osta alla percezione della indennità di maternità l’avvenuta percezione nel periodo di astensione obbligatoria del compenso per la carica di amministratore.

L’INPS sosteneva che in virtù dell'applicazione agli iscritti alla gestione separata della tutela della malattia e maternità prevista per il lavoro dipendente, esisterebbe incumulabilità tra la percezione della relativa indennità e la percezione di un reddito lavorativo.

Tale tesi è stata ritenuta infondata.

Coronavirus: obblighi del datore per tutelare i lavoratori a contatto con il pubblico

Il Ministero della salute, fornendo una serie di indicazioni per affrontare la nuova epidemia da coronavirus, precisa che il datore deve adottare le misure di tutela dei lavoratori a contatto con il pubblico.

Fonte: Ministero della Salute- Circolare 3 febbraio 2020, n. 3190

L’importante Circolare 3 febbraio 2020, n.3190 del Ministero della Salute, fornisce una serie d’indicazioni e di precauzioni per i datori di lavoro e i lavoratori.

Il Ministero: “circa i comportamenti da tenersi da parte degli operatori che, per ragioni lavorative, vengono a contatto con il pubblico”, ha emanato una serie d’indirizzi riguardanti, per il vero, non solo i comportamenti degli operatori ma polarizzando il suo intervento verso le responsabilità gravanti sui datori di lavoro,   specificando gli oneri per  la valutazione del rischio da coronavirus, e  le misure di prevenzione da mettere in atto.

 

Sfera di applicazione

Un primo profilo da evidenziare è che il provvedimento in commento, indirizzato anche al Ministero del Lavoro, è finalizzato alla tutela degli “operatori dei servizi/esercizi a contatto con il pubblico”.

Come si può osservate i termini usati in tale espressione sono molto generali, in quanto si fa riferimento non solo ai lavoratori ma anche a tutti coloro che, comunque, svolgono un’attività per conto di un’organizzazione (si pensi, ad esempio, ai volontari) che li pone a contatto con il pubblico.

La prima osservazione è che la platea dei destinatari riguarda i lavoratori del settore dei pubblici esercizi (es. ristoranti, bar, alberghi, sale cinematografiche)

L’espressione “a contatto con il pubblico”,  tuttavia, è rivolta  anche a tutti coloro che, comunque, sono coinvolti in una prestazione rivolta ad un’utenza indefinita.

Il campo di applicazione è molto più ampio di quanto possa sembrare e appare certamente da estendere ad altri settori (es. scuola; palestre; centri termali etc.).

Il rischio biologico

Il Ministero ha precisato nella circolare che “Con riguardo, specificatamente, agli operatori di cui all’oggetto si rappresenta preliminarmente che, ai sensi della normativa vigente (d. lgs. 81/2008), la responsabilità di tutelarli dal rischio biologico è in capo al datore di lavoro, con la collaborazione del medico competente”.

Il Ministero sembra onerare di ogni responsabilità il datore di lavoro richiamandosi al regime del D.Lgs. n.81/2008.

Nel D.Lgs. n.81/2008, è accolta una nozione molto ampia di “salute”, intesa come “stato di completo benessere fisico, mentale e sociale, non consistente solo in un’assenza di malattia o d’infermità” (art. 2, c.1, lett.o), e che l’art.28, c.1, dello stesso decreto stabilisce che il datore di lavoro ha l’obbligo di valutare “…deve riguardare tutti i rischi per la sicurezza e la salute dei lavoratori, ivi compresi quelli riguardanti gruppi di lavoratori esposti a rischi particolari”.

Il D.Lgs. n.81/2008, detta una disciplina particolare in materia di agenti biologici.

In particolare, il datore di lavoro deve classificare gli agenti biologici in uno dei quattro gruppi previsti dall’art. 268, e valutare il rischio tenendo conto “di tutte le informazioni disponibili relative alle caratteristiche dell’agente biologico e delle modalità lavorative” (art. 271).

A ciò si accompagna, poi, l’obbligo d’integrazione del documento di valutazione dei rischi (DVR) con una serie d’informazioni previste dall’art. 271, c. 5, come, ad esempio:

-  le fasi del procedimento lavorativo che comportano il rischio di esposizione ad agenti biologici;

-  il numero dei lavoratori addetti alle fasi a rischio;

-  i metodi e le procedure lavorative adottate, nonché le misure preventive e protettive applicate.

Tornando al tema attuale, è oltremodo difficile, oggi, poter compiere tale valutazione, sia per le attuali incertezze regnanti a livello scientifico, sia perché non si tratta di un rischio specifico connesso alla mansione – come quelle di lavoratori operanti in ambito sanitario – ma ad un ischio biologico di tipo generico e prima ignoto.

 

Misure generali di prevenzione e aggiornamento del DVR.

Il Ministero ha peraltro precisato che “ad esclusione degli operatori sanitari, si ritiene sufficiente adottare le comuni misure preventive della diffusione delle malattie trasmesse per via respiratoria” come, ad esempio, il lavaggio frequente delle mani, porre attenzione all’igiene delle superfici, etc.

Al tempo stesso, però, nella circolare è prevista anche l’adozione di “ogni ulteriore misura di prevenzione dettata dal datore di lavoro”.

Per altro, come si è visto, le stesse vanno anche riportate nel DVR, che quindi dovrà costituire oggetto di aggiornamento in collaborazione con il medico competente.

Sarà , pertanto, necessario, secondo quanto prevede la circolare in commento,  rivedere anche il piano di primo soccorso in presenza casi sospetti registrati in ambito lavorativo.

Sotto tale profilo va sottolineato che la mancata indicazione di tali misure così come la mancata valutazione del rischio comporta l’applicazione, in capo al datore di lavoro, delle  sanzioni  di cui all’art. 282, c.1, nonché, ricorrendone gli altri presupposti,  di quelle previste dagli artt. 589 – 590 c.p..

Informativa ai lavoratori

Nella circolare è contenuto l’espresso invito ai datori di lavoro di diffondere i contenuti della circolare stessa presso il proprio personale.

Le modalità di diffusione sono ovviamente rimesse al singolo contesto lavorativo e professionale. 

LE INDICAZIONI DEL MINISTERO DELLA SALUTE IN SINTESI (CIRCOLARE N. 3190/2020)

Campo di applicazione

Operatori che, per ragioni lavorative, vengono a contatto con il pubblico

Tutela del D.Lgs. n. 81/2008 in materia di rischio biologico

La responsabilità di tutelare gli operatori dal rischio biologico è in capo al datore di lavoro, secondo quanto prevede il D.Lgs. n.81/2008, in collaborazione con il medico competente

Misure preventive
della diffusione
delle malattie
trasmesse
per via respiratoria

Ad esclusione degli operatori sanitari si ritiene sufficiente adottare le comuni misure preventive della diffusione delle malattie trasmesse per via respiratoria, e in particolare:

- lavarsi frequentemente le mani;

- porre attenzione all’igiene delle superfici;

- evitare i contratti stretti e protratti con persone con sintomi simil influenzali.;

- adottare ogni ulteriore misura di prevenzione dettata dal datore di lavoro.

Casi sospetti nel corso dell’attività lavorativa

Ove, nel corso dell’attività lavorativa, si venga a contatto con un soggetto che risponde alla definizione di caso sospetto di cui all’all. 1 della Circolare Ministero Salute 27 gennaio 2020 (che aggiorna quella precedente del 22 gennaio 2020), si dovrà provvedere – direttamente o nel rispetto di indicazioni fornite dall’azienda – a contattare i servizi sanitari segnalando che si tratta di caso sospetto

Il Ministero della salute stabilisce anche alcune precauzioni da osservare nell’attesa dell’arrivo dei sanitari

Informativa ai lavoratori

I datori di lavoro sono invitati a diffondere le informazioni riportate nella circolare a tutto il personale dipendente

Un caso recente di denuncia di mobbing nell’attività sportiva professionistica: dinamiche dei rapporti tra calciatori e club. Il perimetro normativo ed i profili di responsabilità sollevati

Come in tutti i contesti lavorativi, anche nel mondo calcio - proprio per gli elevati interessi in gioco, soprattutto di natura economica – si registrano, sempre più di frequente, situazioni e casi in cui gli atleti professionisti, anche di grande fama e livello internazionale denunciano di essere stati vittime di condotte riconducibili a categorie ricorrenti nel mondo del lavoro e riconducibili a fattispecie sinteticamente definite come mobbing e/o demansionamenti.

La riforma del lavoro nell’ordinamento sportivo

di Roberto Testa e Mario Gatti

Con la Legge n. 96 del 2019, pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 191 del 16.08.2019 ed in vigore a partire dal 31 agosto 2019 è stata attribuita ampia delega al Governo, affinché provveda alla riforma dell’ordinamento sportivo e delle professioni sportive.

Il Governo è delegato ad adottare - entro 12 mesi dall’entrata in vigore della Legge - uno o più decreti legislativi di riordino e di riforma delle disposizioni che riguardano sia gli atleti professionisti che non professionisti e soprattutto una regolamentazione organica del rapporto di lavoro sportivo, riconoscendone specificità e identità propria

Restiamo in contatto

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Il Blog di Riccardo Rossotto

Visita il Blog di Riccardo Rossotto.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy

Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bologna
R&P Legal
Via D’Azeglio, 19
40123, Bologna - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy