Call Us +39 011 55.84.111

  • R&P Legal

    Spirito di squadra, conoscenza del business dei clienti, visione strategica, disponibilità, passione, fondamento etico, costo compatibile.

  • Puntiamo sulla competenza

    R&P Legal è uno studio italiano full service, indipendente e con primarie connessioni internazionali, fondato nel 1949.

  • Trattiamo con il mondo... da vicino

    Contiamo su un’articolata rete di primari studi legali di comprovata esperienza nelle principali giurisdizioni estere.

R&P Legal è uno studio legale indipendente, fondato nel 1949, con sei sedi in Italia e con primarie connessioni internazionali, dove lavorano più di centocinquanta professionisti qualificati che forniscono assistenza full service.

Ultime notizie

Prev Next

Il Garante per la protezione dei dati personali chiarisce il contenuto delle com…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 18-06-2019 - Privacy & Data Protection

Il Garante per la protezione dei dati personali (di seguito, “Garante Privacy”), con provvedimento n. 106 del 30 aprile 2019, adottato nell’ambito di un procedimento avviato a seguito della notifica di data breach trasmessa da una società operante nel settore delle telecomunicazioni, ha chiarito che le comunicazioni agli utenti dei data breach non devono ess...

Leggi tutto

Andrea E. M. Eliseo docente del cordo di preparazione per l'ottenimento della qu…

La Redazione - avatar La Redazione - 18-06-2019 - News

I giorni 20 e 21 Giugno, presso la Mediolanum Corporate University, il Dottor Andrea E. M. Eliseo – Of Counsel dello Studio R&P Legal – interverrà in veste di docente del Corso di preparazione per l’ottenimento della​ certificazione di European Financial Planner (EFP) per l’anno 2019.

Leggi tutto

Doppia verifica se il reato presupposto del riciclaggio è commesso all’estero

Valeria Valentini - avatar Valeria Valentini - 18-06-2019 - Criminal Law

Nei casi in cui il reato di riciclaggio abbia ad oggetto somme di denaro provento di condotte realizzate all’estero, è necessario verificare che tali condotte rivestano rilevanza penale secondo l’ordinamento straniero; una volta superata positivamente tale verifica, è inoltre necessario verificare la contestuale rilevanza penale del medesimo fatto secondo l’...

Leggi tutto

Il condhotel tra funzione alberghiera e residenziale, l’esempio della Regione Em…

Vincenzo D'Antoni - avatar Vincenzo D'Antoni - 17-06-2019 - Real Estate

di Laura Demelas e Vincenzo D'Antoni I condhotel sono “esercizi alberghieri … che forniscono alloggio, servizi accessori ed eventualmente vitto, in camere destinate alla ricettività e, in forma integrata e complementare, in unità abitative a destinazione residenziale …”. L’elemento distintivo è quindi la convivenza tra funzione alberghiera e residenziale...

Leggi tutto

XI sessione plenaria del Comitato europeo per la protezione dei dati: adottate l…

Ludovica Ceretto - avatar Ludovica Ceretto - 17-06-2019 - Privacy & Data Protection

Durante l’undicesima sessione plenaria del 4 giugno scorso l’EDPB ha adottato la versione definitiva delle Linee guida sui codici di condotta, volte a fornire un supporto pratico ed interpretativo degli articoli 40 e 41 GDPR. Obiettivo è quello di chiarire le procedure e le norme relative alla presentazione, all'approvazione e alla pubblicazione dei codici d...

Leggi tutto

Il creditore della società cancellata non ha diritto al risarcimento dagli ex am…

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 13-06-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 15822 del 12 giugno 2019, ha stabilito che il creditore della società cancellata non ha diritto ad incassare i danni dagli ex amministratori, a meno che non riesca a fornire la prova del fatto illecito, del dolo o della colpa degli ex manager.

Leggi tutto

Inaugura lunedì 24 giugno 2019 presso R&P Legal: ETTORE MOSCHETTI, Quando ch…

La Redazione - avatar La Redazione - 13-06-2019 - News

Lo Studio R&P legal prosegue il suo percorso nell’arte ospitando l’opera di Ettore Moschetti. I dipinti cromaticamente avvolgenti di Moschetti abiteranno le sale riunioni di R&P Legal dal 24 giugno al 22 settembre 2019.

Leggi tutto

D.L. 34/2019: approvate le misure di contrasto all’Italian Sounding

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 11-06-2019 - Intellectual Property

L’art. 32 del D.L. 34/2019 ha introdotto una serie di misure volte a proteggere il Made in Italy e a favorirne la promozione sui mercati esteri.

Leggi tutto

Commissione europea e finanza sostenibile: piccoli passi avanti

Beatrice Gragnoli - avatar Beatrice Gragnoli - 05-06-2019 - Charities & Social Enterprises

L’ESMA – European Securities and Markets Authority ha pubblicato e trasmesso alla Commissione, il suo technical advice sull’integrazione dei criteri ESG – Environmental, Social e Governance all’interno della Mifid II[1]. La Commissione vuole rendere concreto il suo impegno in tema di “finanza sostenibile” integrando la Direttiva che disciplina l’attività de...

Leggi tutto

Le Nazioni Unite istituiscono il primo Multi-Partner Trust Fund a sostegno della…

Emiliano Giovine - avatar Emiliano Giovine - 05-06-2019 - Charities & Social Enterprises

L’8 maggio a Ginevra, i Direttori Generali delle otto organizzazioni delle Nazioni Unite che costituiscono Executive Committee of the UN Network on Migration hanno sottoscritto un accordo per l’istituzione di uno Start-up Fund for Safe, Orderly and Regular Migration, uno strumento di finanziamento unico nel suo genere, per sostenere la cooperazione internazi...

Leggi tutto

Impact Investing. Il punto di svolta.

Roberto Randazzo - avatar Roberto Randazzo - 05-06-2019 - Charities & Social Enterprises

Il 2019 si sta rivelando davvero l’anno del consolidamento globale del movimento “Impact”, evolvendosi da materia per pionieristici e lungimiranti articoli scientifici e per convegni accademici, a tema centrale nell’impostazione delle strategie di investimento dei fondi di private equity e di pianificazione di business innovativi. Nei giorni scorsi, al term...

Leggi tutto

R&P Legal al fianco delle Procedure di Amministrazione Straordinaria di Link…

La Redazione - avatar La Redazione - 04-06-2019 - News

Deloitte Legal e Salonia e Associati hanno assistito Cordon Electronics Italia S.r.l. (“Cordon”) nell’acquisizione di 4 rami d’azienda da Compel Electronics S.p.A. in A.S. e da Linkra S.r.l. in A.S. Anche grazie all’accordo raggiunto il 18 aprile 2019 scorso con le organizzazione sindacali, Cordon si è impegnata a mantenere la continuità aziendale e 122 post...

Leggi tutto

In vigore il regolamento n. 1/2019, concernente le procedure interne che discipl…

Chiara Agostini - avatar Chiara Agostini - 04-06-2019 - Privacy & Data Protection

Obiettivo del regolamento n. 1/2019 è fissare termini e procedure in caso di ricezione di segnalazioni o reclami, per le attività ispettive e per l’approvazione di regole deontologiche e codici di condotta. Con la delibera n. 98 del 4 aprile 2019, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 106 dell'8 maggio 2019, il Garante per la protezione dei dati personali ...

Leggi tutto

D.L. 24/2019: introdotto il “marchio storico” a tutela del Made in Italy

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 04-06-2019 - Intellectual Property

Con l’art 31 del D.L. 30/04/2019 n. 24 (c.d. Decreto Crescita), sono state apportate una serie di importanti modifiche al Codice di Proprietà Industriale volte a garantire una tutela più effettiva dei marchi di eccellenza nel Made in Italy.

Leggi tutto

Monitoraggio fiscale e titolarità effettiva nelle Fondazioni: l’Agenzia delle En…

Luigi Macioce - avatar Luigi Macioce - 04-06-2019 - Wealth Management & Private Client

di Luigi M. Macioce e Andrea E. M. Eliseo Il Presidente del consiglio di amministrazione e il Direttore generale di una Fondazione che detenga attivi all’estero non sono tenuti alla compilazione del quadro RW della propria dichiarazione dei redditi. Questa è la conclusione alla quale è arrivata la Risoluzione n. 53/E del 29 Maggio u.s...

Leggi tutto

Tutti i condomini devono risarcire i danni da infiltrazioni nei box sotto il cor…

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 03-06-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

La Corte di Cassazione, con la sentenza n. 14511 del 28 maggio 2019, ha stabilito che, in materia di condominio, qualora si debba procedere alla riparazione del cortile o viale d’accesso all’edificio condominiale, che funga anche da copertura per i locali sotterranei di proprietà esclusiva del singolo condomino, ai fini della ripartizione delle relative spes...

Leggi tutto

Il Dottor Andrea E. M. Eliseo docente del corso di preparazione per l'otteniment…

La Redazione - avatar La Redazione - 03-06-2019 - News

I giorni 5 e 6 Giugno, presso gli uffici di Banca Mediolanum di Padova, il Dottor Andrea E. M. Eliseo – Of Counsel dello Studio R&P Legal – interverrà in veste di docente del Corso di preparazione per l’ottenimento della​ certificazione di European Financial Planner (EFP) per l’anno 2019.

Leggi tutto

Internazionalizzazione e opportunità di business per le PMI del territorio bresc…

La Redazione - avatar La Redazione - 31-05-2019 - News

Venerdì 14 alle ore 16.00 presso L’Auditorium Santa Giulia in Via Piamarta, 4 a Brescia, Riccardo Rossotto e Claudio Elestici, partners di R&P Legal, interverranno come relatori alla IV edizione del “Brixia Business Match” organizzato da Apindustria.La partecipazione è gratuita.

Leggi tutto

Emiliano Giovine interviene alla NYU School of Law sul tema “Advancing Refugee L…

La Redazione - avatar La Redazione - 29-05-2019 - Charities & Social Enterprises

La conferenza annuale “Legal Issues in Social Entrepreneurship and Impact Investing – in the US and Beyond”, organizzata da Impact Investing Legal Working Group (IILWG) e Grunin Center for Law and Social Entrepreneurship, si svolgerà il 4 e 5 giugno 2019 presso la NYU School of Law a New York.

Leggi tutto

Rinvio dell’udienza sino allo scadere della rateizzazione del debito fiscale: in…

Valeria Valentini - avatar Valeria Valentini - 28-05-2019 - Criminal Law

Con ordinanza del 24 maggio scorso, la Corte Costituzionale ha dichiarato (di nuovo) inammissibile la questione di legittimità dell’art. 13 co. 3 D.Lgs. 74/2000 sollevata dai Tribunali di Treviso e di Asti. La norma, per effetto delle modifiche apportate dalla L. 158/2015, stabilisce che qualora prima dell’apertura del dibattimento di primo grado il debito t...

Leggi tutto

R&P Legal al fianco di Langley nell’acquisizione di Marelli Motori

La Redazione - avatar La Redazione - 27-05-2019 - News

Langley Holdings PLC ha chiuso l'acquisizione di Marelli Motori da The Carlyle Group. Con una squadra coordinata dal socio Mario Ferrari ed il coinvolgimento degli associate Antonio Faruzzi e Pierluigi Tusino, R&P Legal ha affiancato lo studio UK Gateley PLC, con un team guidato dal socio David Armitage e costituito da Rebecca Bennett ed Elizabeth Russe...

Leggi tutto

Tavola rotonda in R&P Legal: Il rapporto arte architettura nella sperimentaz…

La Redazione - avatar La Redazione - 27-05-2019 - News

Dal 4 all’8 giugno, gli artisti selezionati a partecipare a Walk-In Studio sono chiamati ad aprire i loro spazi per organizzare mostre ed eventi che coinvolgano altri autori creando un circuito di scambio e di stimoli comuni. La nuova associazione no-profit è nata con lo scopo di organizzare e sviluppare questo dispositivo di scambio, anche intergenerazional...

Leggi tutto

ECTAA files antitrust complaint against IATA

Maurizio Corain - avatar Maurizio Corain - 27-05-2019 - Navigazione e Trasporti

ECTAA - European Travel Agents’ and Tour Operators’ Association recently filed a complaint against the IATA before the European Commission.  Such complaint is based on the breach of Articles 101 and 102 of the EU Treaty, ECTAA alleged.  “Airlines have entered into direct competition with travel agents on the distribution of air tickets while the classical ...

Leggi tutto

L'avvocato Luigi Macioce, partner di R&P legal, ha rilasciato un'interessant…

La Redazione - avatar La Redazione - 24-05-2019 - News

L'appiattimento dei mercati e la maturità del settore finanziario portano il family office a creare nuovi servizi per le famiglie patrimonializzate. L'avvocato Luigi Macioce descrive la figura del family office, ancora poco conosciuta in Italia, e dei nuovi servizi offerti, anche attraverso l'esempio di alcuni casi pratici.

Leggi tutto

Italia-Cina: Opportunità e strategie di sviluppo per le aziende italiane. Tutele…

La Redazione - avatar La Redazione - 24-05-2019 - News

Il giorno 4 giugno 2019 ore 15 in Busto Arsizio presso lo studio legale R&P Legal  è stata ideata una "tavola rotonda"  per acquisire informazioni ed avere una visione d’insieme più chiara circa le opportunità e le strategie di sviluppo per le aziende italiane, dopo che l'Italia ha siglato un Memorandum di intese relativo all'ambizioso progetto "Nuova Vi...

Leggi tutto

Inammissibile l’azione revocatoria nei confronti del fallimento

Matilde Zanon - avatar Matilde Zanon - 21-05-2019 - Restructuring & Insolvency

La Corte di Cassazione, con la sentenza a Sezioni Unite n. 30416 del 23.11.2018, ha affermato come, posta l’indiscussa natura costitutiva dell’azione revocatoria, non è ammissibile il suo esercizio nei confronti del fallimento, stante l’applicazione, in sede concorsuale, della regola della cristallizzazione della massa passiva alla data della dichiarazione d...

Leggi tutto

La particolare tenuità del fatto è applicabile anche ai reati tributari

Alessandro Racano - avatar Alessandro Racano - 21-05-2019 - Criminal Law

L’art. 131-bis del c.p. prevede un’ipotesi di non punibilità per reati caratterizzati dalla presenza del requisito della particolare tenuità del fatto e della non abitualità della condotta. In passato si era discusso circa la possibile applicabilità di tale istituto ad alcuni reati tributari e, in particolare, a quelli per i quali il legislatore aveva già p...

Leggi tutto

Le difformità edilizie che affliggono l’immobile non ostano alla commerciabilità…

Gianluca Andreoletti - avatar Gianluca Andreoletti - 21-05-2019 - Contratti d'Impresa

Con sentenza n. 8230 del 22 marzo 2019, le Sezioni unite civili della Corte di Cassazione hanno inteso risolvere il contrasto giurisprudenziale riguardante l'interpretazione della sanzione di nullità, prevista dalla L. n. 47/1985, artt. 17 e 40, e dal D.P.R. n. 380/2001, art. 46, e riferita agli atti tra vivi ad effetti reali, aventi ad oggetto beni immobili...

Leggi tutto

Appalti pubblici: i termini di pagamento modificati dalla Legge europea

Pasquale Morra - avatar Pasquale Morra - 17-05-2019 - Enti Pubblici & Appalti

La Legge 3 maggio 2019, n. 37, recante “disposizioni per l'adempimento degli obblighi derivanti dall'appartenenza dell'Italia all'Unione europea - Legge europea 2018” e in vigore dal 26 maggio p.v., ha innovato la disciplina del Codice dei contratti pubblici in tema di termini di pagamento.

Leggi tutto

Nicola Berardi tra i relatori al workshop di Finance Malta a Genova e Verona in …

La Redazione - avatar La Redazione - 09-05-2019 - Intellectual Property

Malta ha creato un framework normativo ad hoc per la blockchain grazie anche alla l’introduzione di tre leggi che regolano DLT, virtual financial assets e smart contracts. Per esaminare le caratteristiche di queste nuove normative, della loro applicazione e dei possibili vantaggi Finance Malta (agenzia governativa costituita per promuovere Malta come centro...

Leggi tutto

Roberto Randazzo all’Israel Impact Summit 2019

La Redazione - avatar La Redazione - 08-05-2019 - Charities & Social Enterprises

Roberto Randazzo, presidente di “ESELA - The Legal Network for Social Impact” (https://esela.eu/), parteciperà all’ Israel Impact Summit, che si terrà a Tel Aviv dal 28 al 30 Maggio. Si tratta di una iniziativa promossa dai due principali player del paese in questo settore ovvero TechForGood e ACTO, il centro accademico per gli investimenti a impatto e l'imp...

Leggi tutto

Spetta al compratore che esercita l’azione di risoluzione o di riduzione del pre…

Daniele Merighetti - avatar Daniele Merighetti - 07-05-2019 - Responsabilità Civile e Risarcimento Danni

Con sentenza n. 11748 del 3 maggio 2019, le Sezioni unite civili della Corte di Cassazione hanno stabilito che, in materia di garanzia per i vizi della cosa compravenduta di cui all’art. 1490 c.c., il compratore che esercita le azioni di risoluzione del contratto o di riduzione del prezzo di cui all’art. 1492 c.c. è gravato dell’onere di offrire la prova del...

Leggi tutto

Pagamenti in favore delle PMI: termini massimi a 60 giorni

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 07-05-2019 - Contratti d'Impresa

Il D.L. 135/2018, convertito con L. 12/2019, ha introdotto alcune modifiche al D.Lgs. 231/2002 in materia di crediti commerciali volte ad evitare l’inserimento nei contratti di clausole che comportino pagamenti in favore delle PMI con termini superiori ai 60 giorni.

Leggi tutto

D.L. 34/2019: obbligo di indicare in bilancio i tempi medi di pagamento

Nicola Berardi - avatar Nicola Berardi - 07-05-2019 - Corporate M&A

Il D.L. 34 del 30/04/2019 ha introdotto l’art. 7-ter nel D.Lgs. 231/2002 (in materia di lotta contro i ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali) ai sensi del quale “A decorrere dall'esercizio 2019, nel bilancio sociale le società danno evidenza dei tempi medi di pagamento delle transazioni effettuate nell'anno, individuando altresì gli eventuali ri...

Leggi tutto

Sicurezza sul lavoro e responsabilità dell’ente committente ex dlgs 231 per omes…

Piero Magri - avatar Piero Magri - 06-05-2019 - Criminal Law

La Corte di Cassazione in una sentenza depositata il 9 aprile 2019 ha ritenuto la responsabilità ex dlgs 231/01 in carico ad una società committente per aver commesso una serie di inadempimenti che avrebbero impedito alla società esecutrice di esercitare la posizione di garanzia nei confronti del lavoratore deceduto. In particolare mancavano il Piano di Sicu...

Leggi tutto

Appalti pubblici: la sentenza della Corte di Giustizia UE sulla mancata indicazi…

Pasquale Morra - avatar Pasquale Morra - 06-05-2019 - Enti Pubblici & Appalti

La Corte di Giustizia U.E. (Sezione IX) con sentenza del 2 maggio 2019 (causa C‑309/18) ha dichiarato che “i principi della certezza del diritto, della parità di trattamento e di trasparenza, quali contemplati nella direttiva 2014/24/UE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 26 febbraio 2014, sugli appalti pubblici e che abroga la direttiva 2004/18/CE, ...

Leggi tutto

International Posting of Workers: Obligations and Safeguards - IPBA Journal (Mar…

La Redazione - avatar La Redazione - 06-05-2019 - Contratti d'Impresa

Other than being active members of the Inter-Pacific Bar Association, Claudio Elestici and Vincenzo D’Antoni had the pleasure of collaborating in the last edition of the IPBA Journal (March 2019 – n. 93), while writing an article on the international posting of workers.   

Leggi tutto

Andrea E. M. Eliseo interverrà in qualità di relatore al convegno sulla protezio…

La Redazione - avatar La Redazione - 03-05-2019 - News

In data 7/5 il Dottor Andrea E. M. Eliseo – Of Counsel dello Studio R&P Legal – parteciperà in veste di relatore al seminario organizzato dall’ODCEC di Alessandria sulla “Protezione e trasmissione del patrimonio”.

Leggi tutto

Cybersecurity: i consigli del Garante Privacy per proteggere al meglio le passwo…

Giacomo Pataracchia - avatar Giacomo Pataracchia - 24-04-2019 - Privacy & Data Protection

Il Garante Privacy ha fornito alcuni consigli pratici in materia di protezione delle password nella sezione del proprio sito web dedicata alla sicurezza informatica. Tali consigli possono essere recepiti sia dai privati - al fine di proteggere la propria privacy - sia utilizzati come spunto per la creazione di buone prassi in tema di cybersecurtiy da parte ...

Leggi tutto

R&P Legal con Matilda Holding S.p.A. nell'acquisizione del gruppo Autorotor

La Redazione - avatar La Redazione - 19-04-2019 - News

Matilda HOLDING SPA, società di investimento specializzata in CLUB DEAL promossa da Studio Sebastiani ed Ocean Merchant, ha finalizzato l’acquisizione dell’intero capitale delle Società AUTOROTOR S.r.l. e AUTCAM S.r.l.; Società operanti nella progettazione e realizzazione (grazie a tecnologia e brevetti di proprietà) di componenti evoluti per l'automazione i...

Leggi tutto

La normativa antiriciclaggio e la clausola di non trasferibilità sull’assegno: sanzioni sproporzionate?

di Piero Magri e Benedetta Guastoni

 

Limiti e condizioni all’utilizzo di assegni bancari e postali ed assegni circolari

Il D.lgs. 231/07 prevede, fin dalla sua entrata in vigore, che i moduli di assegni bancari e postali debbano essere rilasciati dalle banche e da Poste Italiane S.p.a. già muniti della clausola di non trasferibilità (art. 49 comma 4 d.lgs. 231/07) e che solo su espressa richiesta del cliente, dietro pagamento di un’imposta di bollo, possano essere forniti carnet di assegni “in forma libera”.[1]

Con il D.L. 201/2011 è stata inserita la soglia di 1.000 euro, oltre alla quale, nel caso in cui l’assegno risulti privo della clausola di non trasferibilità, vengono comminate le sanzioni pecuniarie, notevolmente inasprite dal D.lgs. 90/2017, di recepimento della IV Direttiva Antiriciclaggio.

Nello specifico, dall’entrata in vigore del Decreto, quindi dal 4 luglio 2017, per il trasferimento di assegni privi della clausola di non trasferibilità e/o dell’indicazione del beneficiario, è stabilita una sanzione pecuniaria amministrativa di importo compreso tra i 3.000 e i 50.000 euro.

Si tratta di una disciplina ben più severa della precedente che, ricordiamo, calcolava l’ammontare della sanzione sulla base dell’importo trasferito con l’assegno, all’interno di un range compreso tra l’1 e il 40 per cento dello stesso.

La ratio della norma è chiara: la mancata apposizione del nome del beneficiario o della clausola di non trasferibilità non assicurano la piena tracciabilità della transazione, con il conseguente sospetto che la stessa sia stata disposta per finalità di riciclaggio del denaro.

I soggetti destinatari

Grazie ad una norma interpretativa - inserita nel corpo dell’art. 27 del D.lgs. 141/2010 (comma 1 ter primo periodo) dall’art. 18 comma 2 del D.lgs. 169/2012 - si ritiene che costituiscano violazione l’emissione, il trasferimento e la presentazione all’incasso di assegni privi della clausola di non trasferibilità o del nome o della ragione sociale del beneficiario.

I soggetti obbligati, quindi tutti i soggetti indicati all’art. 3 del D.lgs. 231/07, devono inviare entro trenta giorni una comunicazione al Ministero dell’Economia e delle Finanze dando atto dell’infrazione o dell’irregolarità riscontrata (art. 51 D.lgs. 231/07).

Il procedimento sanzionatorio e l’oblazione

A seguito della segnalazione inviata da parte del soggetto obbligato, ad esempio da parte dell’istituto bancario presso il quale è stato versato l’assegno, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, invia una formale contestazione dell’infrazione al responsabile.

A questo punto, per colui che riceve la contestazione, si aprono due strade: il pagamento dell’oblazione, con conseguente immediata chiusura del procedimento, o l’inizio di un procedimento amministrativo, che si concluderà con l’emissione di un decreto da parte del MEF.

La prima strada è molto semplice e quasi automatica.

L’art. 65 comma 9 del D.lgs. 231/2007 conferma l’applicabilità, alla violazione in questione, del pagamento in forma ridotta e quindi dell’oblazione, di cui all’art. 16 della Legge 689/1981.

Pertanto, viene inserita all’interno della contestazione l’indicazione dell’ammontare dell’importo dell’oblazione che consente di estinguere la sanzione mediante il pagamento della stessa entro sessanta giorni dalla notifica.

L’importo viene calcolato sulla base del maggior vantaggio per il soggetto incolpato e può quindi alternativamente essere pari ad un terzo del massimo della sanzione, oppure al doppio del minimo, oltre le spese del procedimento.

Ciò tuttavia a condizione che la violazione non riguardi un importo superiore a 250.000 euro e che il soggetto non si sia già avvalso della medesima facoltà per analoga violazione, il cui atto di contestazione sia stato ricevuto nei 365 giorni precedenti alla notifica.

In presenza dei presupposti sopra richiamati, sarà dunque sufficiente procedere al pagamento dell’importo ridotto per concludere la procedura.

Nel caso in cui invece si decida di non aderire all’oblazione, è possibile inviare deduzioni difensive entro trenta giorni dalla notifica della contestazione.

Si attiverà a questo punto un procedimento amministrativo nel corso del quale è prevista la facoltà di chiedere l’audizione personale, di produrre documenti ed inviare osservazioni alla Ragioneria Territoriale dello Stato e quindi, sostanzialmente di dimostrare la propria buona fede, fornendo valide giustificazioni a quanto accaduto.

L’iter amministrativo potrà concludersi, laddove ne ricorrano gli estremi, con un provvedimento di proscioglimento totale o con l’irrogazione di una sanzione inferiore all’importo dell’oblazione, ma anche, in caso negativo, con una sanzione molto più elevata - sempre entro il limite di 50.000 euro stabilito dalla disciplina.

Va inoltre tenuto presente che, nel caso in cui al termine del procedimento venga irrogata una sanzione, permane la possibilità di chiedere la riduzione di un terzo.

Ne deriva che la sanzione minima concretamente applicabile, è pari ad € 2.000, cifra in molti casi inferiore a quella calcolata per l’oblazione.

Avverso il decreto emesso dal MEF potrà inoltre essere proposto ricorso, anche personalmente, al Tribunale del luogo di commissione della violazione, entro trenta giorni dalla notifica.

Le critiche e le raccomandazioni

I casi recentemente messi in luce dalla cronaca hanno evidenziato che nella maggioranza delle ipotesi, più che di tentativi di riciclare denaro si tratta di mere disattenzioni commesse in buona fede da cittadini ancora in possesso di assegni emessi in epoca antecedente al 2008.

Per questo motivo, il Ministero dell’Economia e delle Finanze, in linea con le osservazioni contenute nel parere della Commissione Finanze, sta valutando la possibilità di modificare l’apparato sanzionatorio riconducendolo ad un regime maggiormente ispirato a ragionevolezza e proporzionalità tra l'importo trasferito e la sanzione.

Dall’indagine condotta dal MEF per analizzare la consistenza del fenomeno è emerso che, a fronte di circa 1700 assegni contestati, nessuna sanzione è ancora irrogata ai sensi della nuova normativa e gli incolpati hanno scelto in poco più di cento casi, di pagare l’oblazione.

Appare quindi possibile, che la normativa attualmente in vigore venga nuovamente modificata, con un ritorno alla precedente sanzione compresa tra l’1 e il 40 per cento dell’importo trasferito o con una riduzione dei limiti edittali e quindi dell’importo minimo di 3.000 euro e dell’importo massimo, pari a 50.000 euro.

Merita inoltre di essere considerato che si è ancora in attesa delle indicazioni del MEF circa i criteri generali per la valutazione dei cosiddetti comportamenti “sospetti”, dai quali sia possibile dedurre o ipotizzare che la transazione abbia finalità di riciclaggio e dei decreti ministeriali che consentiranno di comprendere i parametri per la quantificazione delle sanzioni concretamente irrogabili.


Nota

[1] Chiunque invece possegga libretti di assegni antecedenti al 2008, avrà l’onere di indicare per iscritto, all’atto di emissione dell’assegno, la dicitura “non trasferibile” ed il nominativo del beneficiario.

 


 

Leggi tutto...

Niente più obblighi di comunicazione antiriciclaggio per l’Organismo di Vigilanza

Il D. Lgs. 25 maggio 2017, n. 90, entrato in vigore lo scorso 4 luglio, ha eliminato l’obbligo di comunicazione antiriciclaggio posto a carico dell’Organismo di Vigilanza ex D. Lgs. 231/2001. Di conseguenza i suoi componenti non sono più assoggettabili alle sanzioni penali della reclusione fino ad un anno e della multa da 100 a 1.000 euro previste dalla precedente normativa.

Il nuovo art. 46 del D. Lgs. 231/2007, infatti, pone a carico del Collegio Sindacale, del Consiglio di Sorveglianza e del Comitato per il controllo sulla gestione l’obbligo di comunicazione, eliminando di fatto ogni riferimento all’Organismo di Vigilanza che, nel testo previgente, era inserito nell’art. 52 del Decreto tra i destinatari dell’obbligo di comunicazione.

Link alla fonte

Leggi tutto...

La IV direttiva riciclaggio entra in vigore

È stato pubblicato nel Supplemento alla Gazzetta Ufficiale del 19 giugno 2017 il decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 90 di attuazione della direttiva (UE) 2015/849 relativa alla prevenzione dell'uso del sistema finanziario a scopo di riciclaggio dei proventi di attività criminose e di finanziamento del terrorismo (c.d. IV Direttiva Antiriciclaggio). Il decreto entra in vigore a partire dal 4 luglio 2017 e riscrive il dlgs 231/07, prevedendo nuovi adempimenti, alcune semplificazioni, nuovi destinatari e nuove sanzioni. Tra le novità l’istituzione di un Responsabile antiriciclaggio, obblighi più stringenti di identificazione del cliente e di valutazione del rischio, nonché  sanzioni per la mancata formazione e procedure di segnalazione sugli inadempimenti.

Con specifico riferimento ai pregressi adempimenti, si applica la legge vigente all’epoca della commessa violazione, se più favorevole, ivi compresa l’applicabilità dell’istituto del pagamento in misura ridotta. 

Link alla fonte

Leggi tutto...

Antiriciclaggio: obblighi, responsabilità, sistemi di gestione ed esperienze nella prospettiva della IV direttiva europea

  • 04 May 2017 |
  • Pubblicato in News

L’avv. Piero Magri, partner del dipartimento penale di R & P Legal, interverrà come relatore ad un convegno in materia di antiriciclaggio organizzato da Euronotaries e come main sponsor eWitness, e che si terrà  lunedì 15 maggio all’hotel Excelsior Gallia di Milano. L’intervento riguarderà: “la gestione del rischio di riciclaggio: l’esperienza di un Avvocato”

Leggi tutto...

Riciclaggio ed omissione di segnalazione da parte del direttore di banca

Oltre alle notizie di cronaca giudiziaria, sono sempre più numerose le sentenze che coinvolgono gli operatori di banca in materia di riciclaggio.

Recentemente sono state depositate le motivazioni della sentenza del 14 gennaio 2016 con le quali la Suprema Corte ha confermato la responsabilità del direttore di banca che aveva autorizzato una serie di operazioni sospette omettendo di segnalarle.

Il dolo del reato è stato motivato sulla base dell’anomalia delle operazioni connotate da “qualcosa di più del mero sospetto”, della posizione ricoperta dall’imputato (direttore di banca) e delle competenze dello stesso in materia. Ciò ha fatto ritenere sussistente l’accettazione del rischio che si attuasse il riciclaggio del denaro proveniente da un reato di truffa. 

Leggi tutto...

Sanzioni pecuniarie più elevate per le violazioni in materia di antiriciclaggio

Il dlgs 231/2007 prevedeva che l’omessa identificazione del cliente e l’omessa registrazione nell’archivio unico a cui sono obbligati intermediari finanziari e professionisti (tra i quali commercialisti, avvocati e notai), nelle ipotesi specificate dalla normativa, fossero illeciti puniti con una sanzione penale (multa da € 2600 ad € 13.000). Ora, con la depenalizzazione in vigore dal 6 febbraio 2016, le violazioni non saranno più di natura penale, ma punite con una sanzione amministrativa più elevata da € 5.000 ad € 30.000 per ogni singola condotta. La competenza ad irrogare le sanzioni sarà dell’Autorità amministrativa con l’applicazione delle regole e dei termini stabiliti dalla legge 689/1981 in particolare in materia di termini per le notifiche ed opposizione. Entro 60 giorni dalla notifica della violazione l’interessato è ammesso al pagamento in misura ridotta, pari alla metà della sanzione.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Il Governo approva in via definitiva due decreti in tema di depenalizzazione

Obiettivo: deflazionare il processo penale. Il primo decreto trasforma in illeciti amministrativi molti reati puniti con la sola multa/ammenda (omesso versamento di ritenute previdenziali inferiore a € 10000, adeguata verifica della clientela, intermediazione di manodopera ex D.lgs 276/2003..). Il secondo ne abroga altri (ingiuria, falso in scrittura privata, danneggiamento semplice) e introduce corrispondenti illeciti puniti con la sanzione pecuniaria civile. Esclusi dall’intervento i reati in tema di salute/sicurezza sul lavoro, ambiente/territorio/paesaggio, sicurezza pubblica, giochi d’azzardo/scommesse, armi, elezioni/finanziamento ai partiti, nonché di immigrazione clandestina.

Link alla fonte

Leggi tutto...

Antiriciclaggio e responsabilità del funzionario

La Suprema Corte è tornata a pronunciarsi in tema di responsabilità penale del professionista e del funzionario sul tema della mancata identificazione del cliente, stabilendo, nella sentenza del 23 novembre 2015, che il reato previsto dagli art. 18 e 55 D.lgs. 231/2007 è punito a titolo di dolo generico.

In realtà la Corte di Appello aveva assolto gli imputati per la mancanza di dolo di fronte ad un quadro probatorio connotato dalla incertezza circa la volontà delle condotte: la Cassazione invece ha statuito che il fatto che gli imputati si siano fidati della conoscenza e della credibilità del professionista terzo che li ha indotti ad omettere di verificare personalmente l’identità dei clienti (che avevano chiesto un prestito), non esclude la sussistenza del dolo generico e quindi del reato.

Leggi tutto...
Sottoscrivi questo feed RSS

Restiamo in contatto

Ricevi gratuitamente la nostra newsletter.

Il Blog di Riccardo Rossotto

Visita il Blog di Riccardo Rossotto.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy