Call Us +39 011 55.84.111

Misure urgenti per la valorizzazione dei beni culturali

La Legge 7 ottobre 2013 n. 112 ha convertito in legge, apportando alcune non marginali integrazioni, il D.L. 8 agosto 2013 n. 91 intitolato “Disposizioni urgenti per la tutela, la valorizzazione e il rilancio dei beni e delle attività culturali e del turismo”.

La legge è suddivisa in tre capi:

(i) il primo destinato alla tutela, restauro e valorizzazione dei beni culturali italiani;

(ii) il secondo si occupa del rilancio del cinema, delle attività musicali e dello spettacolo dal vivo;

(iii) il terzo capo si occupa di assicurare efficienti risorse al sistema dei beni e delle attività culturali.

Incentrando la nostra attenzione sul Capo II, rileviamo come l’art. 7 introduca misure volte a favorire la promozione di giovani artisti e compositori emergenti nonché, con integrazione introdotta dalla legge di conversione, degli eventi di spettacolo dal vivo di portata minore.

In particolare, tale norma riconosce alle imprese produttrici di fonogrammi e videogrammi musicali di cui all’art. 78 L. 633/41 ed alle imprese organizzatrici e produttrici di spettacoli di musica dal vivo esistenti almeno dal 1° gennaio 2012, un credito di imposta nella misura del 30 per cento dei costi sostenuti per l’attività di sviluppo, produzione, digitalizzazione e promozione di registrazioni fonografiche o videografiche musicali, fino all’importo massimo di € 200.000,00 nel triennio 2014-2016.

Il beneficio è concesso ai fini delle imposte sui redditi delle suddette imprese entro il limite di spesa di 4,5 milioni di euro annui e fino ad esaurimento delle risorse disponibili.

E’ possibile accedere al suddetto credito di imposta:

(i) esclusivamente per opere prime o seconde (con esclusione delle c.d. demo autoprodotte) di nuovi talenti definiti come artisti, gruppi di artisti, compositori o artisti-interpreti. Nel caso di gruppi di artisti, il gruppo può usufruire del credito d'imposta solo se nella stessa annualità più della metà dei componenti non ne abbiano già usufruito;

(ii) qualora le imprese spendano un importo corrispondente all'ottanta per cento del beneficio concesso nel territorio nazionale, privilegiando la formazione e l'apprendistato in tutti i settori tecnici coinvolti.

L’ultimo comma dell’art. 7, sempre con integrazione apportata dalla legge di conversione, prevede poi l’inserimento di una serie di modificazioni al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza (R.D. 18 giugno 1931, n. 773) volte ad agevolare la realizzazione di eventi fino ad un massimo di 200 partecipanti.

L’art. 8, invece, relativo al settore cinematografico ed audiovisivo:

(a) ha reso permanenti le disposizioni di cui all’art. 1, commi da 325 a 328 e da 330 a 337, della L. 24 dicembre 2007, n. 244, tax credit a favore del settore cinematografico, a far corso dal 1° gennaio 2014, prevedendo un limite massimo complessivo di spesa pari a 110 milioni di euro a decorrere dal 2014;

(b) con modifica inserita in sede di legge di conversione, ha esteso l’applicabilità delle suddette norme, a decorrere dal 1° gennaio 2014, ai produttori indipendenti di opere audiovisive, intendendosi per tali gli operatori di comunicazione che svolgono attività di produzioni audiovisive, che non sono controllati da o collegati a emittenti, anche analogiche, che per un periodo di tre anni non destinino almeno il novanta per cento della propria produzione ad una sola emittente, e che detengano diritti relativi alle opere sulle quali sono richiesti i benefici.

Di seguito il link alla Gazzetta Ufficiale su cui consultare il testo della legge

http://www.gazzettaufficiale.it/atto/serie_generale/caricaDettaglioAtto/originario?atto.dataPubblicazioneGazzetta=2013-10-08&atto.codiceRedazionale=13A08109&elenco30giorni=true

Pietro Perugini

Ha maturato una particolare esperienza nella tutela della proprietà intellettuale, offrendo consulenza sia nell’ambito del diritto d’autore che del diritto industriale

Sito web: www.replegal.it/it/cerca-i-professionisti/143-pietro-perugini.html

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy