Call Us +39 011 55.84.111

Semplificazioni in materia di videosorveglianza

autore:

Chiara Araldi

Il 16 aprile 2012, il Ministero del Lavoro ha emanato una nota con la quale ha disposto alcune semplificazioni nelle procedure per il rilascio delle autorizzazioni all’uso di impianti audiovisivi, reso indispensabile dall’aumento, rilevabile negli ultimi anni, delle richieste di autorizzazione. L’installazione di un impianto di videosorveglianza, infatti, non è più soltanto richiesta dalle grandi imprese, ma anche da moltissimi piccoli esercizi commerciali, nei quali non sono presenti rappresentanze sindacali aziendali e per i quali è necessario ottenere una autorizzazione da parte della Direzione Provinciale del Lavoro.

La Direzione generale prende atto che, in tali ipotesi, l’autorizzazione è preceduta, nella prassi, da un sopralluogo volto a verificare la corrispondenza del sistema effettivamente installato con quello contenuto nella richiesta di autorizzazione: tale prassi, secondo il Ministero, non può essere più attuata, in quanto richiede un impiego di forze operative sproporzionato rispetto alle finalità della norma.
Inoltre, per alcune attività, quali ricevitorie, tabaccherie, oreficerie, farmacie, edicole, distributori di carburante, ecc., considerate ad alto rischio di rapina per le consistenti giacenze di denaro, l’utilizzo di impianti audiovisivi assume il duplice scopo di fornire un deterrente nonché assicurare fonti di prova nei giudizi relativi ad eventuali condotte penalmente rilevanti.
In tali ipotesi, pertanto, può operare una presunzione di ammissibilità, dal momento che le circostanze sopra descritte oggettivamente legittimano le esigenze legate alla sicurezza dei lavoratori, che possono essere tutelate dalla presenza degli impianti audiovisivi di controllo.
Viene così eliminato il meccanismo del sopralluogo, essendo sufficiente la disamina della documentazione presentata dal richiedente, verificando che nel provvedimento di autorizzazione vengano valutati i seguenti elementi:

1. dovrà essere rispettata la disciplina dettata dal Decreto Legislativo n.196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e dai successivi provvedimenti del Garante per la protezione dei dati personali, in particolare il Provvedimento dell’8 aprile 2010);
2. dovrà essere rispettata tutta la normativa in materia di raccolta e conservazione delle immagini;
3. prima della messa in funzione dell’impianto l’azienda dovrà dare apposita informativa scritta al personale dipendente in merito all’attivazione dello stesso, al posizionamento delle telecamere ed alle modalità di funzionamento e dovrà informare i clienti con appositi cartelli
4. l’impianto, che registrerà solo le immagini indispensabili, sarà costituito da telecamere orientate verso le aree maggiormente esposte ai rischi di furto e di danneggiamento (limitando l’angolo delle riprese ed evitando, quanto non indispensabili, immagini dettagliate), l’eventuale ripresa di dipendenti avverrà esclusivamente in via incidentale e con criteri di occasionalità;
5. all’impianto non potrà essere apportata alcuna modifica e non potrà essere aggiunta alcuna ulteriore apparecchiature al sistema da installare, se non in conformità al dettato dell’articolo 4 della Legge n.300/1970 e previa relativa comunicazione alla DTL;
6. le immagini registrate non potranno in nessun caso essere utilizzate per eventuali accertamenti sull’obbligo di diligenza da parte dei lavoratori né per l’adozione di provvedimenti disciplinari;
7. in occasione di ciascun accesso alle immagini (che di norma dovrebbe avvenire solo nelle ipotesi di verificazione di atti criminosi o di eventi dannosi), la ditta dovrà darne tempestiva informazione ai lavoratori occupati.
8. i lavoratori potranno verificare periodicamente il corretto utilizzo dell’impianto.
(C.A.)
Ministero del Lavoro – nota 16 aprile 2012, n. 7162.pdf

agostini
Socio
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
decarlo
Socio
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
depalma
Socio
RomaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
egitto
Socio
TorinoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
lodigiani1
Socio
RomaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
morretta
Socio
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
perugini
Socio
RomaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
rossotto
Socio
TorinoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
sinelli-rolando
Socio
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
togliatto
Socio
TorinoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
bonomo
Collaboratore
RomaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
brandoli
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
cataldi
Collaboratore
RomaQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
giordano
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
giovine
Collaboratore
TorinoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
maggia
Collaboratore
TorinoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
mangili
Collaboratore
BergamoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
mosca
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
paesan
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
rappa
Collaboratore
MilanoQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy