Call Us +39 011 55.84.111

Milano Cortina 2026 e ATP Finals Torino: pronto il decreto legge a tutela dei segni distintivi

A poco meno di un mese dall’approvazione dello schema di ddl per il contrasto dell’ambush marketing, il Consiglio dei Ministri ha diramato la bozza di provvedimento recante misure per “l’organizzazione e lo svolgimento dei XXV Giochi Olimpici Invernali e dei XIV Giochi Paralimpici Invernali ‘Milano Cortina 2026’ e per l’organizzazione e lo svolgimento delle ‘Finali ATP Torino 2021-2025’”.

Oltre alle previsioni relative alla costituzione dei comitati organizzatori e degli enti collegati, il documento contiene alcune disposizioni a tutela dei segni distintivi.

Read more...

Appalti Labour Intensive – lo schema di certificazione dei requisiti di esenzione ex art. 17.bis, comma 5 D.lgs 241/1997 - il DURF (Durc Fiscale)

L’Agenzia delle Entrate, con provvedimento n. 54730/2020 ha predisposto lo schema per il rilascio del certificato di sussistenza dei requisiti previsti dall’art. 17-bis, comma 5, del d.lgs 241/1997.

A fronte del rilascio del suddetto certificato, su istanza ed a favore dell’impresa appaltatrice, l’impresa committente, negli appalti labour intensive, non sarà tenuta agli stringenti controlli previsti dalla suddetta normativa in merito alla verifica dell’effettività del versamento delle ritenute fiscali relative alle remunerazioni corrisposte ai dipendenti impegnati nel medesimo appalto.

Read more...

Nuove linee guida 3/2019 in tema di videosorveglianza

Con la recente pubblicazione delle nuove linee guida 3/2019 in tema di videosorveglianza, l’EDPB – il Comitato europeo per la protezione dei dati personali - ha fornito utili precisazioni in merito alla valutazione del legittimo interesse e alla tutela del diritto di accesso.

In particolare, il Comitato raccomanda ai titolari del trattamento di:

(i)          tenere prova e documentazione degli eventi che hanno giustificato l’utilizzo dei sistemi di videosorveglianza – ad esempio danni subiti, perdite economiche patite, modalità degli eventi pregiudizievoli;

(ii)        valutare sistematicamente l’effettiva sussistenza di un legittimo interesse, accertandosi se sia ancora valido o meno, sulla base di eventuali mutamenti che potrebbero aver reso inidonea tale condizione di liceità del trattamento;

(iii)       nel rispetto del principio di minimizzazione, valutare periodicamente l’effettiva necessità della videosorveglianza, da intendersi sempre come rimedio ultimo, valutando quindi se siano o meno possibili altri mezzi meno invasivi per raggiungere la finalità desiderata;

(iv)       non considerare la presenza del cartello un giustificativo per legittimare la videosorveglianza, intendendolo come un modo per creare negli interessati l’aspettativa di esserne soggetti, in quanto la sua predisposizione a nulla rileva ai fini della sussistenza di un legittimo interesse.

Da ultimo, il Comitato chiarisce che i titolari devono assicurarsi di adottare tutte le misure tecniche necessarie per garantire all’interessato l’esercizio del diritto di accesso senza pregiudicare i diritti dei terzi, le cui immagini non dovranno essere oggetto di trasmissione e  suggerendo, a tal proposito, l’utilizzo della tecnica di scrambling.

Link alla fonte

Read more...

Aggiudicazione all'asta dell'immobile pignorato: non è prorogabile il termine per il versamento del saldo prezzo

La Suprema Corte si è espressa in tema di prorogabilità del termine per il versamento del saldo prezzo in caso di vendita all’asta e conseguente aggiudicazione di un immobile pignorato.

Il caso nasce dal Tribunale di Busto Arsizio ove era stata concessa agli aggiudicatari una proroga del termine, invocando il disposto dell’art. 153 c.p.c., secondo cui: ‘La parte che dimostra di essere incorsa in decadenze per causa ad essa non imputabile, può chiedere al giudice di essere rimessa in termini.’.

Read more...

Legittime le Clausole statutarie anti-diluizione: Il Consiglio Notarile di Milano le ufficializza con la massima n. 186 del 3 dicembre 2019

È legittima la clausola statutaria di s.p.a. o di s.r.l. che garantisce ad un socio – o a una categoria di soci – di mantenere la propria percentuale di partecipazione in una società anche nel caso in cui questi non intenda partecipare ad un aumento di capitale deliberato a un prezzo inferiore all’importo determinato nella clausola stessa (importo che, in genere, coincide con il prezzo di emissione delle azioni o delle quote sottoscritte in precedenza dal socio che si avvale della clausola antidiluizione).

Read more...

Direttiva (UE) 2019/2121 disciplinante le trasformazioni, fusioni e scissioni transfrontaliere: primi commenti e osservazioni

È stata pubblicata nella Gazzetta ufficiale dell’Unione europea la Direttiva (UE) 2019/2121, adottata dal Parlamento europeo e dal Consiglio il 27 novembre 2019, che modifica la Direttiva (UE) 2017/1132 per quanto riguarda le trasformazioni, le fusioni e le scissioni transfrontaliere. Il termine per il recepimento nazionale è fissato al 31 gennaio 2023.

La direttiva prende le sue mosse dalla giurisprudenza della Corte di Giustizia dell’Unione Europea (tra le altre, si veda la sentenza Polbud Wykonawstwo, C-106/16 ECLI:EU:C:2017:804), per cui “in virtù dell’articolo 49, secondo comma, del trattato sul funzionamento dell’Unione europea (TFUE), in combinato disposto con l’articolo 54 TFUE, la libertà di stabilimento delle società comporta (…) il diritto per una società costituita in conformità con la normativa di uno Stato membro di trasformarsi in una società disciplinata dal diritto di un altro Stato membro”.

Read more...

Nuovo Codice di Corporate Governance per le società quotate sul Mercato Telematico Azionario gestito da Borsa Italiana S.p.A.

In data 31 gennaio 2020, il Comitato per la Corporate Governance – costituito nell’attuale configurazione nel giugno 2011 ad opera dell’ABI, ANIA, Assonime, Confindustria, Borsa Italiana S.p.A. e Assogestioni – ha comunicato di aver approvato il nuovo Codice di Corporate Governance per le società con azioni quotate sul Mercato Telematico Azionario, organizzato e gestito da Borsa Italiana S.p.A. (il “Codice”).

Il Codice sostituisce il vecchio Codice di Autodisciplina – di applicazione volontaria sulla base del principio “comply or explain” stabilito dall’articolo 123 bis del Testo Unico della Finanza - approvato per la prima volta nel marzo 2006 e da ultimo modificato nel luglio 2018.

Le società che adotteranno il Codice, lo dovranno applicare a partire dall’esercizio 2021, informandone il mercato nella relazione sul governo societario da pubblicarsi nel corso del 2022.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Torino
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milano
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Roma
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy

Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bologna
R&P Legal
Via D’Azeglio, 19
40123, Bologna - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy