Call Us +39 011 55.84.111

Voucher per la digitalizzazione delle PMI

Il voucher per la digitalizzazione delle PMI è una misura agevolativa per le micro, piccole e medie imprese. Il Ministero dello Sviluppo Economico prevede un contributo di importo non superiore a 10 mila euro, finalizzato all'adozione di interventi di digitalizzazione dei processi aziendali e di ammodernamento tecnologico.

Il voucher è utilizzabile per l'acquisto di software, hardware e/o servizi specialistici che consentano di:

  • migliorare l'efficienza aziendale;
  • modernizzare l'organizzazione del lavoro, mediante l'utilizzo di strumenti tecnologici e forme di flessibilità del lavoro, tra cui il telelavoro;
  • sviluppare soluzioni di e-commerce;
  • fruire della connettività a banda larga e ultralarga o del collegamento alla rete internet mediante la tecnologia satellitare;
  • realizzare interventi di formazione qualificata del personale nel campo ICT.

Gli acquisti devono essere effettuati successivamente alla prenotazione del Voucher. Le domande potranno essere presentate dalle imprese, esclusivamente tramite procedura informatica, a partire dalle ore 10.00 del 30 gennaio 2018 e fino alle ore 17.00 del 9 febbraio 2018. Già dal 15 gennaio 2018 sarà possibile accedere alla procedura informatica e compilare la domanda.

Link alla fonte

Read more...

Al via gli Accordi per l’innovazione

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto del Ministero dello Sviluppo Economico del 25 ottobre 2017, che stabilisce le modalità e i termini per la concessione ed erogazione delle agevolazioni in favore di progetti di ricerca e sviluppo realizzati nell’ambito degli “Accordi per l’innovazione”.

Il Ministero ha rifinanziato la misura con ulteriori 206,6 milioni di euro.

Possono beneficiare delle agevolazioni le imprese di qualsiasi dimensione, con almeno due bilanci approvati, che esercitano attività industriali, agroindustriali, artigiane o di servizi all’industria (attività di cui all’art. 2195 del codice civile, numeri 1, 3 e 5) nonché attività di ricerca.

Gli incentivi sono previsti in favore di progetti riguardanti attività di ricerca industriale e di sviluppo sperimentale finalizzati alla realizzazione di nuovi prodotti, processi o servizi o al notevole miglioramento di prodotti, processi o servizi esistenti, tramite lo sviluppo di una o più delle tecnologie identificate dal Programma Horizon 2020.

I progetti di ricerca e sviluppo devono prevedere spese e costi ammissibili non inferiori a 5 milioni di euro e non superiori a 40 milioni di euro, avere una durata non superiore a 36 mesi ed essere avviati successivamente alla presentazione della proposta progettuale al Ministero.

Link alla fonte 1

Link alla fonte 2

Link alla fonte 3

Read more...

Sostegno alle startup innovative: Smart & Start

Con decreto del Ministro dello Sviluppo Economico pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 244 del 18 ottobre 2017 sono state introdotte alcune novità per gli incentivi a sostegno delle startup innovative.

In particolare:

  1. possono accedere alle agevolazioni anche le società costituite da non più di 60 mesi
  2. sono ammissibili al finanziamento gli investimenti per marketing e web marketing
  3. sono finanziabili anche i marchi, oltre ai brevetti e alle licenze
  4. è introdotta una ulteriore modalità di erogazione su presentazione di fatture non quietanzate, in aggiunta a quanto già previsto.

Ora toccherà a una circolare ministeriale attuare tutte le novità previste.

Link alla fonte 1

Link alla fonte 2

Read more...

Progetti di riconversione e riqualificazione per Trieste

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha attivato la procedura che mette a disposizione 15 milioni di euro per progetti di riconversione e riqualificazione dell’area di crisi industriale complessa di Trieste. L’obiettivo è quello di rafforzare il tessuto produttivo locale attraverso la realizzazione di iniziative imprenditoriali e l’attrazione di nuovi investimenti. Le domande possono essere presentate a Invitalia dal 31 ottobre 2017.

Link alla fonte

Read more...

Al via la seconda edizione del Voucher per l'internazionalizzazione

Il Ministero dello Sviluppo economico ha stanziato 26 milioni di euro a sostegno delle piccole e medie imprese che intendono avvalersi di temporary export manager per perseguire la loro strategia di internazionalizzazione.

Attraverso il voucher le imprese potranno usufruire di contributi a fondo perduto di diversa entità, a seconda delle loro esigenze. 

Il decreto ministeriale del 17 luglio 2017 estende la operatività del voucher anche alle Pmi costituite sotto forme di società di persone e, oltre a confermare il precedente voucher di euro 10.000 per ogni Pmi, prevede la concessione di un voucher di importo pari a euro 15.000 (innalzabile fino a 30.000 al raggiungimento di specifici obiettivi sui volumi di export) al fine di supportare le Pmi che intendano usufruire di un temporary export manager per almeno 1 anno.

Le Pmi che intendano richiedere l’accesso ai voucher potranno iniziare la compilazione on-line della domanda a partire dal 21 novembre 2017. L’apertura dello sportello è prevista dal 28 novembre 2017.

Link alla fonte 1

Link alla fonte 2

Link alla fonte 3

Read more...

Lombardia, 300 milioni alle Pmi per ampliamenti e riconversione di aree

La Regione Lombardia stanzia quasi 300 milioni di euro per le PMI lombarde a fronte di programmi di sviluppo ad ampio raggio. Le risorse sono dedicate da un lato ad investimenti per programmi di ammodernamento e ampliamento produttivo (macchinari, attrezzature, sistemi gestionali e opere murarie), dall’altro ad interventi destinati alla riqualificazione o riconversione di aree produttive, compresi gli acquisti di immobili. I fondi verranno erogati in gran parte sotto forma di finanziamenti agevolati (max 2,85 milioni), assistiti da garanzia regionale prestata a titolo gratuito, con la possibilità di arrivare a coprire fino al 95% delle spese ammissibili, previste in un range fino a tre milioni di euro per la linea di sviluppo aziendale, fino a sei milioni nel caso di rilancio delle aree produttive. Venti milioni di euro verranno invece destinati ai contributi in conto capitale, che per alcune tipologie di investimento potranno arrivare fino al 15%. Le domande, per progetti da realizzare in 12 mesi, saranno ammissibili a partire dalle ore 12 del 5 luglio, con uno sportello elettronico che resterà aperto teoricamente fino alla fine del 2019, sempre che le richieste avanzate dalle imprese non arrivino prima a superare il 120% della dotazione finanziaria disponibile.

Link alla fonte

Read more...

Ecobonus e Sismabonus, i provvedimenti attuativi dell’Agenzia delle Entrate

Con due provvedimenti del 8 giugno 2017 l'Agenzia delle Entrate attua le novità previste dalla legge di Bilancio 2017 in tema di ecobonus e sismabonus. Sarà più facile deliberare nelle assemblee di condominio gli interventi di efficientamento energetico e quelli per il miglioramento sismico delle parti comuni degli stabili. I due provvedimenti sciolgono il nodo della cessione del credito, anche per i cosiddetti incapienti.

Le principali indicazioni arrivate dall'Agenzia delle Entrate sono le seguenti:

  • la cessione del credito è possibile nei confronti dei fornitori che hanno eseguito i lavori e di altri soggetti privati, quali persone fisiche, anche esercenti attività di lavoro autonomo o d'impresa, società ed enti privati (con esclusione di banche ed intermediari finanziari);
  • il credito d'imposta cedibile è determinato sulla base dell'intera spesa approvata dalla delibera assembleare per l'esecuzione dei lavori ovvero, anche successivamente, sulla base dell'intera spesa sostenuta dal condòmino nel singolo periodo d'imposta e pagata dal condominio ai fornitori;
  • i condòmini, se i dati non sono indicati nella delibera assembleare che approva gli interventi, devono comunicare all'amministratore di condominio, entro il 31 dicembre del periodo d'imposta di riferimento, l'avvenuta cessione del credito indicando, oltre ai propri dati, anche la denominazione e il codice fiscale di quest'ultimo e la accettazione della cessione;
  • l'amministratore di condominio, a sua volta, comunica all'Agenzia delle Entrate l'accettazione del cessionario, la denominazione e il codice fiscale di quest'ultimo e l'ammontare del credito d'imposta ceduto.
Read more...

Lombardia, incentivi al restyling di B&B, alberghi e ristoranti

Stanziati 32 i milioni di euro a disposizione delle Pmi lombarde per la realizzazione di progetti di riqualificazione delle strutture ricettive alberghiere, extra-alberghiere (compresi i bed & breakfast) e dei servizi di ristorazione (bar, ristoranti, street food).

Possono beneficiare della misura i proprietari nonché i soggetti che gestiscono in virtù di un contratto di affitto le strutture oggetto di intervento. In forma imprenditoriale, le Pmi la cui attività è classificata con i codici (Ateco 2007) 55 «alloggio». In forma non imprenditoriale, i bed & breakfast che svolgono regolare attività economica.

I progetti di riqualificazione devono riguardare enogastronomia e food experience; natura e green; terme e benessere; sport e turismo attivo; fashion e design; business congressi.

Il contributo, a fondo perduto, per tutti i soggetti beneficiari è pari al 40% della spesa complessiva ammissibile e l’investimento minimo totale non deve essere inferiore a 20mila euro.

Sono ammissibili le spese sostenute per la ristrutturazione e riqualificazione degli immobili/aree destinate a uso ricettivo o di pubblico esercizio (arredi, attrezzature, ecc.) e delle strutture ed infrastrutture complementari direttamente connesse (piscine, campi da tennis, aree a verde, parcheggi, ricoveri biciclette, zone fitness, dehors, vetrine, ecc.) o per l’acquisto e l’installazione di attrezzature e di tecnologie innovative.

Il bando è a sportello: i soggetti interessati possono presentare la domanda di contributo dalle ore 12 del 15 maggio 2017 fino ad esaurimento risorse.

Link alla fonte 1

Link alla fonte 2

Read more...

Bonus R&S, le istruzioni per le imprese

Arrivano le istruzioni per il credito di imposta per le attività di ricerca e sviluppo.

Con la circolare n. 13/E del 27 aprile 2017, elaborata d’intesa con il Ministero dello Sviluppo Economico, l’Agenzia delle Entrate fornisce i chiarimenti alle imprese che intendono usufruire dell’incentivo, alla luce delle modifiche introdotte l’ultima Legge di bilancio.

Tra le novità, che si applicano da quest’anno, viene concesso un anno in più per effettuare gli investimenti, viene innalzato da 5 a 20 milioni di euro l’importo massimo annuale del credito che ciascun beneficiario può maturare, mentre l’aliquota aumenta al 50% e diventa unica per tutti i tipi di spese ammissibili. E ancora: entrano nella platea dei beneficiari anche le imprese residenti che svolgono attività di ricerca e sviluppo per conto di imprese committenti non residenti e sono agevolabili le spese relative a tutto il personale impiegato in R&S, a prescindere dalla qualifica e dal titolo di studio del lavoratore. Si tratta di novità significative, che hanno un impatto rilevante sul calcolo dell’incentivo.

Link alla fonte

Read more...

Valorizzazione marchi storici

Il Ministero dello Sviluppo Economico promuove e rilancia i marchi storici nazionali. Le micro, piccole e medie imprese interessate possono ottenere agevolazioni per progetti di valorizzazione produttiva e commerciale di marchi depositati prima del 1967 presso l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi. Le risorse disponibili sono pari a 4,5 milioni di euro. Le agevolazioni sono concesse nella forma di contributo in conto capitale in misura massima pari all’80% delle spese ammissibili per l’acquisizione di servizi specialistici e del 50% per l’acquisto di macchinari, attrezzature e software. Le domande possono essere presentate fino ad esaurimento delle risorse.

Link alla fonte

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Turin
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milan
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Rome
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy