Call Us +39 011 55.84.111

Tribunale di Torino: archiviazione di fotografie in siti web

Con ordinanza emessa il 26 marzo 2012, il Tribunale di Torino ha definito un procedimento cautelare instaurato da un’agenzia fotografica, ex artt. 163 l.d.a. e 700 c.p.c., in ragione dell’avvenuto utilizzo, da parte della società resistente, di immagini oggetto di un contratto di fornitura di fotografie stipulato con quest’ultima, successivamente alla scadenza del contratto medesimo.

Secondo la citata ordinanza, la conservazione, oltre la scadenza contrattuale, di fotografie concesse in uso editoriale a quotidiani web e pubblicate sulle relative pagine internet che siano composte, altresì, dalle notizie del giorno in cui avviene la consultazione della stessa pagina “storica” del web, nonché da banner pubblicitari, anch’essi aggiornati al momento della consultazione, comporta uno sfruttamento ancora attuale delle medesime fotografie e, dunque, una violazione dei diritti di utilizzazione economica sulle stesse.
Detto principio è stato confermato, peraltro, dall’ordinanza emessa dal medesimo Tribunale di Torino, in data 23 maggio 2012, sul reclamo proposto dalla predetta società resistente.
Tribunale di Torino 26 marzo 12.pdf

Commento
Si ritiene che l’ordinanza in commento meriti di essere segnalata per aver espressamente chiarito in quale specifica ipotesi, successivamente alla scadenza contrattuale che ne legittimi lo sfruttamento, l’archiviazione di fotografie, caricate in siti web in vigenza del predetto contratto, debba considerarsi illecita ai fini del diritto d’autore.
Con il citato provvedimento, il Tribunale di Torino pare non voler negare la liceità della predetta archiviazione storica di fotografie, ma specifica, bensì, come questa debba considerarsi illecita laddove consenta che il proprietario di un sito web ne tragga un profitto commerciale.
Con riferimento alla fattispecie in esame, si rileva come la resistente abbia, prevedibilmente, eccepito la sussistenza di una clausola contrattuale in base alla quale le veniva consentita, anche dopo la cessazione del contratto, l’archiviazione, appunto, nei propri sistemi, delle immagini contenute, ovvero già caricate, nelle proprie pagine web.
Il Giudicante, tuttavia, ha ritenuto infondata siffatta eccezione sostenendo che la facoltà di conservare le immagini in un archivio virtuale, eventualmente riconosciuta ad una parte contrattuale, deve essere interpretata quale mera facoltà di conservare le “pagine del passato” senza alcuna possibilità di ulteriore sfruttamento commerciale.
Alla luce di siffatta considerazione, dunque, il Tribunale di Torino non poteva che concludere per l’illiceità dell’archiviazione in parola laddove ci si trovi in presenza di una pagina web che presenti, nella relativa fascia laterale, i menzionati banner pubblicitari o elementi di attualizzazione quali, per esempio, le “notizie aggiornate”.
Come già precisato, invero, tale modalità di composizione di una pagina web comporta uno sfruttamento commerciale delle immagini ancora attuale, atteso che il collegamento, posto in essere dall’utente, ad una determinata fotografia, permette al proprietario del sito di rimandare l’utente stesso ai contenuti attuali della propria testata telematica e di accedere agli annunci pubblicitari. (R.A.)

Alessandro Racano

Esperto dei reati societari, fallimentari, tributari e dei reati concernenti la tutela del marchio.

Website: www.replegal.it/it/cerca-i-professionisti/250-alessandro-racano.html

Turin
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milan
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Rome
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy