Call Us +39 011 55.84.111

R&P Legal per il “Made in Italy”

Il 14 novembre si è ufficialmente costituito il Cluster Tecnologico Nazionale “Made in Italy”, un’associazione che annovera fra i propri fondatori le rappresentanze imprenditoriali del settore tessile/abbigliamento, degli accessori moda e dell’arredo, nonché le principali università italiane, il CNR, l’Enea ed i più importanti centri tecnologici di settore.

Si tratta di un’alleanza pubblico–privato, coordinata da SMI – Sistema Moda Italia, per far dialogare in modo più fluido e strutturato le università e il mondo della ricerca con le aziende delle filiere del “bello e ben fatto”.

Gli aspetti legali dell’operazione sono stati seguiti dallo Studio R&P Legal con un team composto dal partner Paolo Grandi e dagli associate Giuseppe Taffari ed Anna Daina.

Read more...

Assegnazione parziale della casa coniugale

La Corte di Cassazione torna a pronunciarsi in tema di assegnazione parziale della casa coniugale in corso di separazione, ribadendo l’importanza fondamentale dell’accertamento sulla conflittualità tra i coniugi. Nel caso in cui sia stata verificata la permanenza di elevata conflittualità tra i genitori di figli minori, la co-assegnazione della casa familiare deve essere esclusa. Secondo l’art. 337 sexies c.c., infatti, ‘il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell’interesse dei figli’, che sarebbe compromesso in caso di forti contrasti tra i genitori. Non ha rilevanza, in tal caso, nemmeno la comoda divisibilità dell’immobile coniugale mediante la realizzazione di opere edilizie di suddivisione dell’abitazione, neppure se poco costose.

Read more...

Riccardo Sciaudone moderatore della 3a giornata di formazione privacy in ambito sanitario organizzata da AIOP Abruzzo

Lo studio R&P Legal, con il Partner Riccardo Sciaudone, ha organizzato il secondo ciclo di seminari e corsi di formazione, promossi dall’Associazione italiana ospedalità privata per l’Abruzzo (“AIOP Abruzzo”), aventi ad oggetto l’impatto del nuovo Regolamento UE 2016/679 (GDPR) sulle strutture sanitarie.

L’evento “Il GDPR nelle strutture sanitarie: applicazioni e casi pratici” si terrà a Pescara il 21 novembre 2017 a partire dalle ore 9.30 (per i dettagli, si rinvia alla locandina allegata).

Oltre ad essere relatore, Riccardo Sciaudone modererà gli interventi degli altri esperti che parteciperanno alla 3a giornata di formazione, tra cui l’Avv. Michele Iaselli (Vicedirigente del Ministero della Difesa e Presidente dell’Associazione Nazionale per la Difesa della Privacy) e il Dott. Giovanni Lucatorto (DPO dell’A.O.U. Policlinico Consorziale di Bari).

Read more...

Omessa indicazione degli oneri di sicurezza negli appalti nei settori speciali

È illegittima l’esclusione del concorrente che non ha indicato nell’offerta gli oneri di sicurezza, senza che sia stato attivato il soccorso istruttorio, in assenza di una specifica clausola del bando che espliciti l’onere dichiarativo e di dubbi in ordine all’applicabilità ad un appalto in settori speciali del disposto dell’art. 95, comma 10, del Codice dei contratti pubblici. È questo il principio affermato dal TAR della Puglia, sede di Bari, Sez. II, nella sentenza del 14 novembre 2017, n. 1161.

Ha chiarito il TAR che rispetto agli effetti della previsione di cui al citato art. 95, comma 10, la giurisprudenza si è divisa tra chi ritiene che tale previsione giustifichi l’automatica esclusione del concorrente il quale non abbia evidenziato la specifica voce di costo nell’offerta (Tar Napoli, sez. III, 3 maggio 2017, n. 2358; Tar Reggio Calabria 25 febbraio 2017, n. 166; Cons. St., sez. V, ord., 15 dicembre 2016, n. 5582) e chi invece sostiene che, nell’ipotesi in cui gli atti di gara non contengano l’espressa menzione di tale obbligo e della sanzione espulsiva collegata alla sua inosservanza e in cui non siano adombrati dubbi sulla congruità dell’offerta, neppure l’art. 95, comma 10, serva a superare i rilievi ripetutamente sollevati dalla Corte di giustizia dell’Unione europea. 

Read more...

Whistleblowing e “231”: via libera definitivo della Camera

È stato approvato definitivamente dalla Camera il Disegno di Legge in materia di Whistleblowing che introduce importanti modifiche all’art. 6 del D. Lgs. 231/2001. In particolare, i Modelli Organizzativi dovranno prevedere dei canali che consentano ai soggetti apicali o subordinati dell’ente di segnalare condotte illecite rilevanti ex D. Lgs. 231/2001, o eventuali violazioni dello stesso Modello Organizzativo. Tali canali dovranno garantire la tutela della riservatezza dell’identità del segnalante e prevedere il divieto di ritorsioni o discriminazioni nei suoi confronti. Il sistema disciplinare predisposto dall’ente dovrà, inoltre, sanzionare l’eventuale violazione delle misure poste a tutela dei whistleblowers, nonché le condotte di strumentalizzazione delle segnalazioni.

Link alla fonte

Read more...

Le deleghe su marchi, brevetti e know-how contenute nella legge di delegazione europea per il biennio 2016/2017

La legge di delegazione europea per il biennio 2016/2017 (legge 2 ottobre 2017 n. 163, pubblicata in Gazzetta ufficiale n. 259 del 6.11.2017) contiene tre deleghe rilevanti in materia di diritti di proprietà industriale. In particolare, gli articoli 3, 4 e 15 delegano a: (i) dare attuazione alla Direttiva n. 2015/2436 di armonizzazione delle discipline nazionali in materia di marchi d’impresa, (ii) ad apportare al Codice della Proprietà Industriale le modifiche necessarie per il raccordo con la disciplina comunitaria relativa al Brevetto Unitario e al Tribunale Unificato dei Brevetti e (iii) a dare attuazione alla Direttiva UE n. 2016/943 in materia di tutela delle informazioni aziendali riservate.

Tale ultima delega è la più urgente (il termine di recepimento scade in data 9.06.2018) e, a quanto consta, la più delicata in quanto la Direttiva Europea prevede una tutela sotto certi aspetti maggiormente attenuata rispetto a quanto previsto dall’attuale normativa nazionale.

Link alla fonte

Read more...

Il condominio è tenuto al risarcimento del danno provocato da un vizio di progettazione dell’ascensore

La Corte di Cassazione, con l’ordinanza n. 26533 del 9.11.2017, ha stabilito che spetta al condominio l’onere di risarcire le vittime di un sinistro causato dalla caduta della cabina nell’ascensore dell’edificio, anche se l’incidente è stato determinato da un errore di progettazione dell’impianto.

Secondo la Suprema Corte, non ricorre il caso fortuito idoneo ad escludere la responsabilità del condominio anche qualora la cosa oggetto di custodia abbia provocato il danno in conseguenza di un vizio costruttivo.

Per i supremi Giudici, infatti, il “fatto del terzo” integra gli estremi del caso fortuito, tale da escludere la responsabilità del custode di cui all’art. 2051 c.c., solo se si tratta della condotta di un soggetto, estranea al custode, di per sé idonea a provocare il danno a prescindere dall’uso della cosa.

Read more...

Il 15 e il 16 dicembre p.v. R&P Legal Academy ospiterà i corsi per Revisore Legale organizzati dalla Fondazione Felice Chirò

Il 6 luglio u.s. è stata emanata la Circolare da parte del MEF avente ad oggetto “Istruzioni in materia di formazione continua dei revisori legali iscritti nel registro. Attuazione dell’obbligo formativo ai sensi dell’art. 5 del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 39, come modificato dal decreto legislativo 17 luglio 2016, n. 135. Formazione offerta dal Ministero dell'Economia e delle Finanze. Modalità di accreditamento degli enti pubblici e privati di cui all'articolo 5 del decreto legislativo n. 39 del 27 gennaio 2010. Riconoscimento della formazione degli ordini professionali e delle società iscritte al registro. Relativi criteri e modalità di applicazione”, dando attuazione ai citati decreti. 

A differenza del passato, la formazione è obbligatoria per tutti i Revisori iscritti nell’apposito albo tenuto dal MEF: sia per coloro che sono iscritti nella sezione degli “attivi” che per quelli iscritti nella sezione degli “inattivi”. 

La Fondazione Felice Chirò - fondazione di partecipazione che annovera tra i suoi soci fondatori oltre che istituzioni bancarie e finanziarie anche l’Università degli Studi di Foggia -  ha ottenuto da parte del MEF l’accreditamento per l’erogazione della formazione per i Revisori Legali e ad oggi è una delle poche istituzioni a livello nazionale ad aver ottenuto l’accreditamento.

Nella scelta di fare tale formazione con un ente accreditato e quindi con la Fondazione Felice Chirò, è opportuno valutare i seguenti vantaggi:

 a)    ottimizzazione dei tempi di assolvimento dell’obbligo formativo per l’anno 2017 – si potrà adempiere all’obbligo formativo 2017 frequentando un corso che impegnerà solo due giornate d’aula (un venerdì ed un sabato), ottenendo i 20 crediti formativi necessari per l’anno in corso;

 b)   qualità della formazione  -  formazione progettata non solo per adempiere ad un obbligo normativo, ma per dare valore aggiunto ai professionisti, tant’è che è stato dichiarato al MEF che le aule non supereranno le 40 unità e che saranno impiegati docenti di comprovata esperienza;

 c)    garanzia dei contenuti dei programmi formativi – i corsi di formazione sono stati già riconosciuti dal MEF come idonei all’assolvimento dell’obbligo formativo;

 d)   garanzia dell’invio e riconoscimento dei crediti formativi – a conclusione della sessione formativa, l’ente accreditato procede direttamente alla comunicazione  al MEF dell’assolvimento dell’obbligo formativo, comunicando i nominativi dei singoli partecipanti e dei relativi crediti formativi conseguiti;

 e)    economicità dell’offerta formativa – è un requisito per ottenere l’accreditamento, difatti i costi a carico dei partecipanti sono in linea con le attuali condizioni di mercato, fermo restando la possibilità di sottoscrizione di convenzioni con enti ed associazioni che prevedono l’applicazione di sconti rispetto alla tariffa di base.

Infine, si segnala che la Fondazione Felice Chirò metterà a disposizione dei partecipanti il materiale didattico, al fine di consentire la migliore fruibilità dei corsi e la verificabilità dell’apprendimento.

I corsi sono ospitati presso la sala “R&P Legal Academy” dello studio legale R&P Legal, in Piazzale Cadorna 4 a Milano il 15 e il 16 dicembre dalle ore 8:30 alle ore 19:30.

Il programma dei corsi, i crediti e le modalità di iscrizione sono consultabili al seguente indirizzo: www.fondazionechiro.it – seguendo il link “Corsi di formazione”.

Link alla fonte

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Turin
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milan
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Rome
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy