Call Us +39 011 55.84.111

Eleonora Torasso

Eleonora Torasso

Svolge la propria attività prevalentemente nell’ambito del contenzioso civile, assistendo le società clienti in particolare in materia di diritto delle telecomunicazioni, diritto assicurativo e diritto bancario.

Website URL:

Sono illegittime le ingiunzioni fiscali ai sensi del R.D. 639/1910 quando emesse da società private, anche se partecipate pubbliche.

Con la recente sentenza n. 1599/2016, il Tribunale di Milano, ha sancito l’illegittimità delle ingiunzioni fiscali emesse, ai sensi del R.D. 639/1910, dalle società concessionarie del servizio idrico al fine di recuperare il credito relativo a bollette dell’acqua insolute, e ciò anche se le stesse sono interamente partecipate e controllate dal Comune o da altra pubblica amministrazione.

Infatti, l’ingiunzione fiscale è uno strumento recuperatorio speciale utilizzabile dai soli Enti Pubblici, tra i quali non possono ritenersi ricomprese le società private, sebbene partecipate da enti territoriali e soggette ai relativi controlli contabili.

Pignoramento presso terzi: se il terzo non viene previamente informato dell’assegnazione le spese del precetto restano a carico del creditore

Con la recente ordinanza n. 9390/2016, depositata in data 10.05.2016  la Corte di Cassazione  ha chiarito che l’ordinanza di assegnazione pronunciata a seguito di dichiarazione positiva del terzo ex art.  547 c.p.c., anche se non comparso in udienza, costituisce titolo esecutivo nei confronti dello stesso. Tuttavia, la circostanza che il terzo non sia stato parte del giudizio esecutivo vale a distinguere l’ordinanza di assegnazione da ogni altro titolo giudiziario, con la conseguenza che se il creditore procedente notifica l'ordinanza di assegnazione al terzo in forma esecutiva contestualmente all'atto di precetto, senza averlo preventivamente informato dell’assegnazione medesima, può configurarsi come un “abuso dello strumento esecutivo”, e le spese sostenute per il precetto restano esclusivamente a carico del creditore.

A rischio l’assegno di mantenimento in caso di omessa esibizione dell’estratto conto del coniuge senza giustificato motivo

Con la recente ordinanza n. 225/2016, depositata in data 11.01.2016  la Corte di Cassazione  ha chiarito che, nell’ambito di un giudizio di separazione e/o divorzio, ai fini della determinazione dell’ammontare dell’assegno di mantenimento, la mancata produzione dei conti correnti bancari da parte di uno dei due coniugi, a fronte di espressa richiesta del giudice, può costituire argomento di prova ex art. 116 c.p.c. a discapito del coniuge inottemperante.

Si è ribadito, infatti, che la determinazione dell’assegno di mantenimento deve poter essere parametrata alle effettive condizioni di vita del coniuge.

Responsabilità contrattuale del medico nonostante il Decreto Balduzzi

Con la recentissima sentenza di merito n. 827 del 06.11.2015, il Tribunale di Piacenza, si è pronunciato sulla spinosa questione della responsabilità del medico per i danni cagionati ai pazienti ricoverati in una struttura sanitaria, superando il dato normativo del Decreto Balduzzi e la giurisprudenza più recente, orientata a riconoscere in capo al medico (anche dipendente) una responsabilità meramente extracontrattuale: “Anche dopo la legge 139/12 (c.d. “Balduzzi”) la responsabilità ascrivibile al medico per danni cagionati al paziente nell’esercizio della professione sanitaria ha sempre e comunque natura contrattuale: sia nell’ipotesi in cui sussista uno specifico e formale rapporto contrattuale tra medico e paziente sia nell’ipotesi in cui esso manchi ma il medico esegua la sua prestazione in adempimento del contratto di spedalità stipulato tra il paziente e la struttura sanitaria”.

Turin
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milan
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Rome
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy