Call Us +39 011 55.84.111

Corruzione tra privati: modifiche al reato e alla 231

Il Consiglio dei Ministri in data 10 marzo ha approvato in via definitiva il decreto legislativo in materia di corruzione tra privati che sta per entrare in vigore dopo la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale.

I soggetti punibili sono stati ampliati e ricomprendono ora tutti quanti svolgono funzioni direttive ed anche coloro che pongono in essere la condotta per interposta persona. La condotta punita è stata estesa, oltre che alla sollecitazione e ricezione, anche all’accettazione della promessa di ricevere denaro o altra utilità non dovuti. La finalità del reato è quella di compiere od omettere un atto in violazione degli obblighi dell’ufficio o di fedeltà e non è più richiesta la prova di un danno per la società. E’ rimasta invece la procedibilità a querela di parte, salvo che dal fatto derivi una distorsione della concorrenza.   

Il provvedimento inoltre introduce il reato di istigazione alla corruzione tra privati (art. 2635 bis c.c. ) ed inasprisce le sanzioni per l’ente nel caso in cui il corruttore sia soggetto che abbia agito in nome e nell’interesse dell’ente, prevedendo l’applicazione delle sanzioni interdittive.  Rimane punito solo l’ente (che può essere anche una associazione) che abbia commesso corruzione attiva.  

Link alla fonte

Read more...

La nuova corruzione tra privati: dal 16 settembre in vigore la Legge di Delegazione Europea

E’ stata pubblicata in G.U. la Legge di Delegazione Europea che è entrata in vigore il 16 settembre scorso. Ora il Governo avrà tre mesi per esercitare la delega e formulare il nuovo testo dell’art. 2635 c.c. secondo i criteri imposti dall’art. 19 della Legge di Delegazione.

In sostanza il reato - che diventa procedibile d’ufficio e non più solo a querela di parte - punirà con la reclusione da sei mesi a tre anni qualsiasi promessa o offerta di denaro o altra utilità non dovuta a persone o enti privati affinché un soggetto privato compia od ometta un atto in violazione degli obblighi inerenti al proprio ufficio.

Tra le novità, inoltre, sarà aumentata la sanzione pecuniaria per l’ente ex D. Lgs. 231/2001 e sarà prevista anche l’applicazione delle sanzioni interdittive nei casi in cui la corruzione sia commessa nell’interesse o a vantaggio dell’ente.

Infine, sarà punito anche l’intermediario che commetta il reato per conto di un altro soggetto, nonché l’attività di istigazione alla corruzione.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Turin
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milan
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Rome
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy