Call Us +39 011 55.84.111

Genitori separati: chi può visionare i compiti in classe dei figli?

Alla richiesta di una madre di poter visionare le prove in classe svolte dalla figlia in varie discipline (italiano, latino, matematica, ecc.) con giudizi insufficienti, il liceo ha negato l’accesso ai documenti, adducendo come motivazione che le prove sono visionabili solo a conclusione del processo di valutazione, che gli elaborati degli studenti vengono mostrati ai genitori dagli insegnanti nel corso dei colloqui infra annuali e che l’esito dei compiti è visionabile sul sito web della scuola mediante impiego delle credenziali d’accesso.

Read more...

Assegnazione parziale della casa coniugale

La Corte di Cassazione torna a pronunciarsi in tema di assegnazione parziale della casa coniugale in corso di separazione, ribadendo l’importanza fondamentale dell’accertamento sulla conflittualità tra i coniugi. Nel caso in cui sia stata verificata la permanenza di elevata conflittualità tra i genitori di figli minori, la co-assegnazione della casa familiare deve essere esclusa. Secondo l’art. 337 sexies c.c., infatti, ‘il godimento della casa familiare è attribuito tenendo prioritariamente conto dell’interesse dei figli’, che sarebbe compromesso in caso di forti contrasti tra i genitori. Non ha rilevanza, in tal caso, nemmeno la comoda divisibilità dell’immobile coniugale mediante la realizzazione di opere edilizie di suddivisione dell’abitazione, neppure se poco costose.

Read more...

No all’accordo dei coniugi se il calendario delle visite non rispetta l’interesse dei figli minori

Il Tribunale di Torino, con decreto del 29.5.2017, ha negato l’autorizzazione ad un accordo di separazione raggiunto tra coniugi all’esito di negoziazione assistita da avvocati. Alla base di tale decisione è stata l’omessa informativa da parte degli avvocati circa l’importanza per i minori di trascorrere tempi adeguati con ciascun genitore, contrariamente a quanto previsto dall’art. 6, comma III, del D.L. 132/2014. Secondo il Presidente del Tribunale, infatti, l’omessa informativa avrebbe condotto i coniugi a stabilire tempi di permanenza presso il padre, genitore non collocatario, molto limitati per i minori: sabato e domenica a settimane alterne e un solo pomeriggio durante la settimana, senza pernottamento. Tali accordi non sono stati ritenuti sufficientemente adeguati a garantire una continuità nella relazione tra i figli minori e il padre: il calendario delle visite stabilito dai genitori non può essere in contrasto con l’interesse dei figli e con il principio di bigenitorialità.

Read more...

Garante Privacy: la natura “chiusa” di un profilo Facebook non può essere dimostrata in alcun modo dal suo titolare

Con provvedimento n. 75 del 2017, il Garante Privacy si è pronunciato in relazione al ricorso di un ex marito avente ad oggetto la richiesta di rimozione dal profilo Facebook della ex moglie di due sentenze emesse dal Tribunale di Tivoli, aventi ad oggetto la cessazione degli effetti civili del loro matrimonio e contenenti, nello specifico, diversi riferimenti alla figlia minorenne. Con tale provvedimento, il Garante Privacy ha, dapprima, ribadito che, ai sensi degli artt. 50 e 52.5 del Codice Privacy, è vietata la pubblicazione e la divulgazione, con qualsiasi mezzo, di notizie o immagini idonee a consentire l'identificazione di un minore coinvolto in procedimenti giudiziari (diversi da quello penale) e, successivamente, affermato che l’eventuale natura “chiusa” di profilo di Facebook e la sua accessibilità ad un numero ristretto di "amici" non possono essere in alcun modo dimostrate, posto che (i) ogni profilo può essere agevolmente - ed in ogni momento - modificato da "chiuso" ad "aperto" e (ii) qualunque "amico" ammesso al profilo di un utente ha la possibilità di condividerne sulla propria bacheca i contenuti, rendendoli così potenzialmente visibili a tutti gli utenti di Facebook.

Link alla fonte

Read more...

Alienazione genitoriale: condanna della madre ex art. 96 c.p.c.

Secondo il Tribunale di Milano, l’alienazione genitoriale non integra una patologia clinicamente accertabile, bensì “un insieme di comportamenti posti in essere dal genitore non collocatario per emarginare e neutralizzare l’altra figura genitoriale”. Questo è quanto si è verificato nel caso di specie, ove una madre promuoveva ricorso contro il padre, evidenziando serie problematiche concernenti il particolare disinteresse del padre verso la figlia, con conseguenti reazioni negative della bambina. Dalla CTU emergeva, al contrario, che detta relazione era inficiata dal comportamento denigratorio tenuto dalla madre nei confronti del padre, causa di una pericolosa situazione di vulnerabilità nella bambina. Sulla base delle risultanze della CTU, il Tribunale ha ritenuto la madre responsabile delle condotte alienanti, sanzionandola per aver abusato del proprio diritto di azione e difesa, ritenendo tale condotta processualmente viziata da colpa grave e meritevole di condanna ai sensi dell’art. 96, comma III, c.p.c.

Read more...

Condanna penale per la suocera che offende la nuora alla presenza dei nipoti

Nei bambini di due e quattro anni “l’ordinario processo cognitivo si snoda attraverso l’incameramento, la memorizzazione, l’emulazione delle sequenze di parole pronunciate dagli adulti, così che, in tal modo, il piccolo realizza valori, elabora concetti, amplia il proprio vocabolario ed, inoltre, spesso i bambini di quell’età tendono a riferire le parole udite da un adulto”. Pertanto, secondo la Corte di Cassazione, la condotta della suocera che rivolge epiteti ingiuriosi alla nuora alla presenza dei nipoti deve considerarsi diffamatoria. I bambini sono in grado di comprendere il disvalore delle parole pronunciate dagli adulti e, nello specifico, dalla nonna contro la madre, non potendosi, al contrario, sostenere che la mera tenera età li renda incapaci di percepire le offese e la  generica portata lesiva delle espressioni udite.

Read more...
Subscribe to this RSS feed

Turin
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milan
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Rome
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy