Call Us +39 011 55.84.111

Nicola Berardi

Nicola Berardi

Svolge la propria attività prevalentemente nell’ambito del contenzioso civile e collabora in ambito stragiudiziale in materia di diritto commerciale e societario.

Website URL: http://www.replegal.it/it/professionisti/cerca-i-professionisti/405-nicola-berardi.html

Marchi+, Brevetti+ e Disegni+: nuove misure del MiSE a sostegno della proprietà intellettuale

Con avviso pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 31/10/2019, il Ministero dello Sviluppo Economico – Direzione Generale per la Lotta alla Contraffazione ha comunicato lo stanziamento di Euro 3.516.745,92 per la nuova edizione del bando Marchi+ rivolto alle imprese italiane che abbiano depositato una o più domande di registrazione di marchio presso EUIPO (marchio UE) o WIPO (marchio internazionale).

Tribunale di Roma: la celebre immagine di Falcone e Borsellino non è un’opera d’arte fotografica

La fotografia quale opera d’arte presuppone […] una lunga accurata scelta da parte del fotografo del luogo, del soggetto, dei colori, dell’angolazione, dell’illuminazione e si concretizza in uno scatto unico, irripetibile nel quale l’autore sintetizza la sua visione del soggetto.

Il fotografo deve quindi avere in mente un obiettivo pittorico e creativo di valore artistico ed innovativo che tende a realizzare in una rappresentazione che non è grafico-pittorica bensì fotografica.

In sostanza i presupposti per riconoscere ad una fotografia valore di opera d’arte sono i medesimi che devono essere ascritti ad un quadro. La fotografia deve essere l’espressione di un progetto artistico, di uno stile, di un momento creativo”.

Corte di Giustizia UE: è lecito l’uso di link ipertestuali per esercitare il diritto di citazione di un’opera

Con sentenza del 29/07/2019 (causa C-516/17), la Corte di Giustizia dell’Unione Europea ha fornito numerose interpretazioni in materia di (i) eccezioni ai diritti di riproduzione e comunicazione di opere tutelate dal diritto d’autore, (ii) diritto di cronaca e (iii) diritto di citazione.

La fattispecie riguardava un articolo scritto nel 1988 dal membro del Parlamento federale tedesco Volker Beck che, in sede di pubblicazione, era stato modificato dall’editore sia nel titolo sia in una singola frase. Malgrado le lamentele dell’autore, l’editore si era rifiutato di dare atto di tale circostanza in sede di distribuzione dell’opera.

Diritto all’immagine e riprese tv: il dissenso del soggetto ritratto prevale sul diritto di cronaca

Il diritto all’immagine, “concretandosi nella facoltà di apparire se e quando si voglia, costituisce una manifestazione della libertà individuale, che si traduce nella possibilità di mostrarsi agli altri solo quando si abbia interesse a farlo o non si abbia interesse a non farlo, ed è tutelato dalla legge anche nel caso in cui la riproduzione o la diffusione non arrechino pregiudizio all’onore o alla reputazione dell’interessato. In quest’ottica, la mera circostanza che l’immagine pubblicata appartenga ad un soggetto cui è riferibile una vicenda rispetto alla quale sia configurabile un interesse alla conoscenza da parte del pubblico non può considerarsi sufficiente a legittimarne la riproduzione e la diffusione, occorrendo a tal fine un quid pluris, consistente nella necessità che tale divulgazione risulti essenziale per la completezza e la correttezza dell’informazione fornita”.

La mancata indicazione dell’autore di un’opera riprodotta sul volume di un’enciclopedia viola i diritti morali

È contrario alla lettera ed alla ratio legis affermare che l’inadempimento all’obbligo di menzionare il nome dell’autore – allorquando sia stata positivamente accertata la circostanza di fatto che l’opera sia stata pubblicata come anonima, pur senza l’attribuzione ad altri – rispetti il diritto morale d’autore. Il diritto a vedersi attribuita la paternità dell’opera, quale diritto della persona, viene leso, invece, dalla mancata indicazione di tale paternità, sia stata essa, oppure no, accompagnata dalla positiva attribuzione dell’opera ad altri”.

Con questo principio, la Corte di Cassazione (sentenza n. 18220 del 05/07/2019) ha cassato la sentenza con la quale la Corte d’Appello di Roma aveva ritenuto che l’anonimato – ossia l’omessa indicazione del nome dell’autore di alcune tavole illustrative sui volumi dell’Enciclopedia Treccani – non produce alcun pregiudizio ove non si accompagni all’attribuzione usurpativa della paternità ad altri.

Influencer marketing: nessuna sanzione dall’AGCM grazie agli impegni assunti da Alitalia, Alberta Ferretti e celebrities

Il caso

Si è concluso senza sanzioni il procedimento avviato dall’AGCM nei confronti di Alitalia S.p.A., Aeffe S.p.A. (società riconducibile ad Alberta Ferretti) e vari influencer (tra i più noti, Martina Colombari, Alessia Marcuzzi, Chiara Biasi ed Elena Santarelli), relativo ad una potenziale fattispecie di pubblicità occulta in danno ai consumatori.

Turin
R&P Legal
Via Amedeo Avogadro, 26
10121, Torino - Italy
Milan
R&P Legal
Piazzale Luigi Cadorna, 4
20123, Milano - Italy
Rome
R&P Legal
Via Emilia, 86/90
00187, Roma - Italy
Busto Arsizio
R&P Legal
Via Goito, 14
21052, Busto Arsizio (VA) - Italy
Aosta
R&P Legal
Via Croce di Città, 44
11100, Aosta - Italy
Bergamo
R&P Legal
Viale Vittorio Emanuele II, 12
24121, Bergamo - Italy